Figliuolo: “A settembre l’80% di immuni”. Poi la terza dose

Roma, 9 giu 2021 – E finalmente i numeri della campagna vaccinale sono quelli che il generale Francesco Paolo Figliuolo aveva prospettato sulla carta all’inizio del suo mandato.

Il fine settimana appena trascorso si è attestato sulle 600mila dosi al giorno, in tutto sono state effettuate 38 milioni di iniezioni, 13 milioni di italiani sono immunizzati o ogni giorno si liberano 40 letti in terapia intensiva. È inoltre in corso la «spallata finale» con 20 milioni di fiale in arrivo entro la fine di giugno.

Dalla metà di maggio l’Italia si è assestata su una media di 3,5 milioni di somministrazioni settimanali: si utilizza il 90% delle fiale distribuite, tutte le Regioni tengono il passo, l’83% degli over 80 è immunizzato e cominciano a lavorare, oltre alle farmacie, anche gli 840 punti vaccinali aziendali.

La relazione del commissario Figliuolo alla commissione Bilancio ha un fil rouge che la percorre: fa intravedere l’uscita dal tunnel della pandemia. Sarebbe imprudente cantare vittoria, ma il punto decisivo contro il virus sembra vicino. Anche se «è probabile che rimarranno minime percentuali di irragiungibili» arriveremo a settembre con l’80% di italiani immunizzati, ribadisce il generale.

«Il punto di svolta della campagna vaccinale è stato dare priorità ad anziani e fragili – spiega, evidenziando ancora una volta quanto importante sia completare le vaccinazioni degli over 60 – La macchina poderosa della campagna vaccinale deve procedere e condurre contestualmente a un binario di ordinaria gestione delle attività in vista dei richiami».

CONTINUA A LEGGERE ILGIORNALE.IT>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.