Via dalla polizia per un tatuaggio, lo toglie ma resta “inidonea”: “Farò ricorso”

Roma, 15 giu 2021 – La vicenda inizia nel 2018 con il primo stop per quel piccolo tatuaggio. Passano i mesi e nel frattempo Karen decide di farselo rimuovere, con il laser. Arriviamo al 2019. La 31enne supera l’iter concorsuale e accede alla scuola di Roma ma “vengo bloccata alle visite mediche”.

La rosa dei venti non c’è più, resta un arrossamento del piede ma evidentemente non basta: non idonea al servizio per il tatuaggio “in zona non coperta dall’uniforme”. Karen non si abbatte e ricorre al Tar entrando alla scuola con riserva. 

“La Commissione medica – scrive il Tar – non ha valutato l’eventualità che il tatuaggio, in fase di trattamento di rimozione, risultasse praticamente non visibile con la definizione originaria in quanto destinato a scomparire con il trattamento sanitario di rimozione avviato da tempo”. 

“A settembre ricevetti il giudizio di idoneità ai servizi di Polizia per poi accedere al secondo anno di corso”, racconta. Le viene consegnata la fascia azzurra, il conferimento di pubblica funzione di comando. 

Ma il 12 ottobre arriva 2020 arriva una nuova stangata: il ministero dell’Interno, otto mesi dopo impugna l’atto e chiede la sospensione della bolognese: “Avvisai i miei superiori, – continua Karen – mi risposero di restare a scuola fino all’esecuzione dell’ordinanza”. Pertanto, si legge nella memoria dell’avvocato, “ha continuato a frequentare il corso, a percepire lo stipendio, a sostenere tutti gli esami, con assegnazione del titolo della tesi”. 

Arriviamo al 13 marzo, l’udienza pubblica è discussa, il 18 la Polizia dimette il commissario Bergami con decreto, l’8 giugno con sentenza il Consiglio di Stato accoglie la volontà del Viminale. Esclusa. (FONTE>>>>>).

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.