SANITA’ REGIONE LAZIO: prevista l’esenzione appartenenti alle Forze dell’Ordine dal pagamento delle spese sanitarie di specialistica ambulatoriale, in caso di infortuni occorsi durante il servizio ed in caso di dimissioni dal pronto soccorso in codice bianco.

Roma, 28 giu 2021 – COMUNICATO STAMPA. Il SILF Regione Lazio, apprende con soddisfazione della decisione del Consiglio Regionale Lazio di prevedere per gli appartenenti alle Forze dell’Ordine l’esenzione dal pagamento delle spese sanitarie di specialistica ambulatoriale, in caso di infortuni occorsi durante il servizio ed in caso di dimissioni dal pronto soccorso in codice bianco.

La mozione approvata va sicuramente in direzione di quanto richiesto per le Fiamme Gialle del Lazio in data 15 febbraio 2021, da questa stessa O.S. al Presidente Nicola Zingaretti, cui spetta ora il compito di rendere operativo nel più breve tempo possibile il provvedimento.

Si tratta, sicuramente, di una misura che trova il favore di tutti quei colleghi impiegati in servizio su strada ed ordine pubblico che si trovano, sempre più spesso, costretti a ricorrere alle cure del servizio sanitario per eventi verificatisi durante i turni di lavoro.

Il SILF del Lazio indica a tutte le Forze Politiche questa, quella dei provvedimenti normativi, come strada maestra per dimostrare vicinanza e solidarietà agli uomini ed alle donne in divisa.

SILF LAZIO

.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One thought on “SANITA’ REGIONE LAZIO: prevista l’esenzione appartenenti alle Forze dell’Ordine dal pagamento delle spese sanitarie di specialistica ambulatoriale, in caso di infortuni occorsi durante il servizio ed in caso di dimissioni dal pronto soccorso in codice bianco.”

  1. Forse non tutti sanno che i nostri politici e i loro familiari hanno spese sanitarie e ricoveri privilegiati (senza eterne attese) gratis (proposta avanzata dall’on. Casini). Al contrario, i loro “servitori” FF.PP. che li proteggono in ogni momento della loro esistenza, si devono pagare le spese sanitarie di loro tasca se feriti in servizio, per non parlare dei danni fisici e ferite provocate ai danni dei poliziotti che giornalmente vengono archiviati dalla magistratura perché ritenuti da leggi partorite dalla politica, non necessariamente aggravanti (vergognoso). Però, se si invertono gli eventi, sono i tutori dell’ordine ad essere perseguitati dalla giustizia e ironia della sorte si devono pagare anche i legali per aver onerato il proprio lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.