Forze di Polizia – Sì alle body cam e no ai numeri identificativi

Roma, 6 lug 2021 – Nel dibattito tra body cam sì e indentificazione no chi ci rimette? Tutti: forze dell’ordine, cittadini, fiducia nelle istituzioni e nel sistema giuridico. Cosa può cambiare ce lo dice l’Europa.

L’uso di sistemi di sicurezza per il cittadino e le forze dell’ordine, come un numero identificativo o le tanto discusse body cam, dividono. In generale l’opinione pubblica, la politica e le forze dell’ordine sembrano essere favorevoli all’uso delle body cam; mentre è frenato da più parti l’uso di un numero identificativo per segnalare abusi. Secondo alcuni, come Stefano Paoloni, Segretario Generale del SAP (Sindacato Autonomo Polizia), sarebbe umiliante utilizzare i “numeretti”.

 Quella di body cam e numeri o codici identificativi non è certo una novità del 2021, già nel 2011 Amnesty International aveva promosso la campagna “Operazione trasparenza. Diritti umani e polizia in Italia”, nel quale si chiedevano misure di identificazione per gli agenti impegnati in operazioni di ordine pubblico. Una richiesta che proviene anche dalla stessa Europa, dove 21 stati su 28 già identificano gli agenti di polizia.

CONTINUA A LEGGERE SU MONEY.IT>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.