SAHEL- L’ITALIA ADDESTRERA’ ANCHE LE TRUPPE SPECIALI – IN COSTRUZIONE LA BASE ITALIANA DI NIAMEY

Roma, 12 lug 2021 – La missione Takuba a guida francese nel Sahel diventerà il nuovo teatro operativo ad alta intensità per i militari italiani. Si tratta di una presenza in una area molto “calda” non solo metereologicamente, nella regione del Liptako-Gourma, fra Niger, Mali e Burkina Faso. In quell’area il comandante italiano della missione è il generale di brigata , paracadutista acq. Obj Alessandro Grassano.

Il Parlamento ha autorizzato la partecipazione di 8 elicotteri e circa 200 uomini con compiti di ricognizione ed evacuazione sanitaria. Il Ministro Guerini precisa che dal 2022 inizierà anche l’attività di addestramento delle forze speciali locali . Il contingente italiano si sta schjìierando da Marzo nelle basi di Gao Menaka, e dovrebbe diventare operativo appena dopo l’estate.

A Niamey è iniziata la costruzione di una base italiana quale hub regionale per l’addestramento delle forze locali. Per il governo italiano la nuova aerea di interesse strategico per l’Italia è il Sahel, dove verranno concentrati gli sforzi militari.

Molti pensano che le minacce dei tagliagole islamici a Di Maio dipendano dalla dichiarazione di ulteriore impegno , fatta al G20 di Venezia (fonte: congedatifolgore.com).

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.