Dl aiuti bis, spunta l’aumento di stipendio per i vertici di forze dell’ordine e Pa. CERTO 240 MILA EURO ALL’ANNO SONO TROPPO POCHI?

Roma, 14 set 2022 – E’ VERGOGNOSO COME LA CLASSE POLITICA SI INTERESSI IN MODO MORBOSO AL BENESSERE ECONOMICO DEI DIRIGENTI DELLO STATO. Mentre se ne frega di chi lavora e guadagna stipendi da fame. 240 mila euro all’anno che percepiscono oggi sono una paga di 10 operai. Quindi qualcuno voleva dargli di piu!!!!??

Fortunatamente c’e’ qualcuno che ancora si indigna, e sembra che oggi 14/9/2022 sia stata chiesta la cancellazione dell’emendamento inserito nel ddl aiuti al Senato.

SEGUE INFO GIORNALISTICA DEL GIORNALE ILTEMPO.IT. Buona lettura.

Un emendamento al decreto aiuti bis approvato dal Senato aumento lo stipendio di alcune figure pubbliche. “Un trattamento economico accessorio, anche in deroga al tetto di 240mila euro previsti per i manager pubblici, è consentito per le figure apicali delle forze dell’ordine, delle forze armate e della Pa”, questo quanto prevede l’emendamento che ha ricevuto il via libera a Palazzo Madama. La deroga è valida per il Capo della polizia, Direttore generale della pubblica sicurezza, per il Comandante generale dell’Arma dei carabinieri, per il Comandante generale della Guardia di finanza, per il Capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, per il Capo di stato maggiore della difesa, per i Capi di stato maggiore di Forza armata, per il Comandante del comando operativo di vertice interforze, per il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, per i Capi Dipartimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per i Capi Dipartimento dei ministeri, per il Segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per i Segretari generali dei ministeri.

Un emendamento al decreto aiuti bis approvato dal Senato aumento lo stipendio di alcune figure pubbliche. “Un trattamento economico accessorio, anche in deroga al tetto di 240mila euro previsti per i manager pubblici, è consentito per le figure apicali delle forze dell’ordine, delle forze armate e della Pa”, questo quanto prevede l’emendamento che ha ricevuto il via libera a Palazzo Madama. La deroga è valida per il Capo della polizia, Direttore generale della pubblica sicurezza, per il Comandante generale dell’Arma dei carabinieri, per il Comandante generale della Guardia di finanza, per il Capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, per il Capo di stato maggiore della difesa, per i Capi di stato maggiore di Forza armata, per il Comandante del comando operativo di vertice interforze, per il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, per i Capi Dipartimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per i Capi Dipartimento dei ministeri, per il Segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per i Segretari generali dei ministeri. Iltempo.it

 

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

2 thoughts on “Dl aiuti bis, spunta l’aumento di stipendio per i vertici di forze dell’ordine e Pa. CERTO 240 MILA EURO ALL’ANNO SONO TROPPO POCHI?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.