COMPORTAMENTO ANTISINDACALE CONDANNATA L’AMMINISTRAZIONE DIFESA A RISARCIRE LE SPESE SOSTENUTE DAL SINDACATO ITAMIL ESERCITO

Roma, 14 ott 2021  – ITAMIL. IL TRIBUNALE DEL LAVORO DI UDINE ORDINA AL MINISTERO DELLA DIFESA – STATO MAGGIORE DELL’ESERCITO DI CESSARE LA PROPRIA CONDOTTA ANTISINDACALE DISPONENDO L’IMMEDIATO RIENTRO DEL MAR. CAPO ROMANO LUFRANO PRESIDENTE REGIONALE DEL SINDACATO ITAMIL ESERCITO – FRIULI ALLA PRECEDENTE SEDE DI SERVIZIO E CONDANNA IL MINISTERO ALLA REFUSIONE DELLE SPESE PROCESSUALI SOSTENUTE DAL SINDACATO ITAMIL ESERCITO.

Il 09 novembre 2021 è una data che segna, attraverso l’ascesa in campo del Sindacato ITALMIL,un passo importante in un mondo dove diventa sempre più arduo comprendere che i sindacati esistono.

L’organizzazione Sindacale Itamil Esercito ha proposto un ricorso dando delega allo studio legale dell’avvocato Barberio Battista del foro di Cosenza nei confronti del Ministero della Difesa a sostegno del Presidente della regione Friuli-ITAMIL il Mareresciallo Capo Romano Lufrano di cui erano state poste in essere diverse condotte antisindacali sfociata nel suo trasferimento ad altra sede di servizio senza il necessario assenso da parte della dirigenza nazionale dell’organizzazione sindacale. Una vittoria importante per un duplice ordine di ragioni. L’ARTICOLO COMPLETO CONTINUA QUI >>>

.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.