I cani che fiutano il Covid, sperimentazione avviata dallʼUniversità di Milano con la collaborazione dellʼArma dei Carabinieri

Roma, 6 dic 2021 – Il superfiuto di un cane può individuare una persona positiva al Covid. Berla e Max sono due pastori tedeschi, 3 anni lei e 2 lui, addestrati tra le corsie dellʼospedale Sacco di Milano e capaci di distinguere dal sudore i contagiati da Covid. Si tratta di un progetto innovativo e ambizioso, una sperimentazione avviata dallʼUniversità di Milano insieme allʼArma dei Carabinieri.”

“Ai cani – spiega Carlo Alberto Minniti del servizio veterinario dei Carabinieri – è stato insegnato a discriminare tra odore negativo e positivo, utilizzando campioni costituiti da garze imbevute di sudore”. L’idea non è quella di sostituire i cani ai tamponi esistenti, piuttosto di utilizzarli per gli screening di massa, ad esempio negli aeroporti o su grandi eventi come i concerti. <<<FONTE>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.