DANNI DA VACCINO. Lo Stato è pronto a risarcire i danni. Ma bisogna dimostrare la correlazione tra la somministrazione del vaccino e la reazione avversa / “Colpita da ictus dopo AstraZeneca”: ora la famiglia presenta la denuncia

Roma, 27 gen 2021 – LA PROCEDURA E’ LA SOLITA: PER VEDERSI RICONOSCIUTO IL DANNO BISOGNERA’ SEGUIRE UN ITER, CHE SICURAMENTE FINIRA’ IN TRIBUNALE. La donna, 41 anni, si sentì male otto giorni dopo la somministrazione.

IL CASO.
“Colpita da ictus dopo AstraZeneca”: ora la famiglia presenta la denuncia. Per la Asl Toscana nord ovest quello di Irene Cervelli è uno dei rarissimi casi in cui potrebbe esserci correlazione tra la somministrazione del vaccino AstraZeneca e la reazione avversa, il caso è stato segnalato ad Aifa. Il 10 giugno 2021 la famiglia Cervelli aveva lanciato un appello a CTS e Regione Toscana affinché rivalutassero gli open day Astra-Zeneca per gli under 50.ne del siero. L’articolo continua su repubblica.it, clicca qui >>>

.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.