IL VIDEO DEL POLIZIOTTO SOSPESO PERCHE’ NON VACCINATO: “Niente stipendio con una moglie malata”

Roma, 27 gen 2022 – Quando giurò nel 1991 forse sarebbe stato difficile anche solo immaginare uno scenario del genere per Dennis, poliziotto non vaccinato, sospeso e senza stipendio con una moglie malata.

La sospensione è arrivata : doveva essere in aspettativa per gravi motivi, con una moglie con un cancro “e non hanno avuto nessuna remora a sospendermi“.

Avete capito bene: poco importa se Dennis non sarebbe dovuto salire su una volante né prestare, almeno al momento, servizio accanto ai colleghi. Non avrebbe potuto ledere in alcun modo la salute di nessuno.

Galeotto fu il giorno di richiesta: solo dopo il 26 novembre (giorno in cui scatta l’obbligo vaccinale per la categoria) l’avrebbe resa nota il poliziotto, così la burocrazia ha giocato sporco. Peccato che il “ritardo” nella richiesta sia dipeso da un motivo molto semplice: nessuno può sapere quando il cancro torna a farsi sotto.

“Ho lavorato finché ho potuto per non venir meno al dovere d’ufficio“, dice rammaricato, “ma questo ha giocato contro il mio interesse. Io non ho mai guardato l’interesse personale, ma sempre quello dell’amministrazione: ragionare così mi ha giocato contro perché avrei dovuto chiedere già un anno fa l’aspettativa speciale per gravi motivi, invece ho tenuto conto di dover lavorare senza abusare di quegli istituti che lo Stato ci permette di utilizzare quando si è in una condizione di malattia“.

Sperare in un lieto fine assume, nella vicenda di Dennis, un significato ben più ampio. Perché nessuno vorrebbe vivere in uno Stato dove ragionare in modo virtuoso viene punito.

GUARDA IL VIDEO SU YOUTUBE>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.