L’ITALIA E GLI ITALIANI (soprattutto) SONO PRONTI AD AFFRONTARE UNA GUERRA TIPO QUELLA CHE E’ IN ATTO IN UCRAINA? Ucraina-Russia, colpita base peacekeeper: qui addestrati anche soldati stranieri

Roma, 13 mar 2022 – Missili sul Centro internazionale per il mantenimento della pace e la sicurezza vicino la confine con la Polonia.

PER INFIAMMARE L’EUROPA BASTA UNA BOMBA DI TROPPO. E’ SOLO QUINDI QUESTIONE DI TEMPO? UN CLICK SU UN PULSANTE E SCOPPIA LA TERZA GUERRA MONDIALE. Siamo sicuri che a Putin gli basta impossessarsi soltanto di tutta l’Ucraina? O vuole espandersi ancora verso di noi?

Certo non sara’ l’italia a fare il primo passo, ma se succedera’ saremo trascinati nel conflitto dagli alleati e poi se c’e’ necessita’ bisogna farlo per noi, per la nostra identita’ storica, per i nostri figli, per i nostri padri e madri anziani, per i nostri nonni che gia’ pagarono con il sangue la liberta’ che fino ad oggi abbiamo conosciuto.

Il mondo non e’ mai cosi’ sicuro come si pensa. Nessuno avrebbe immaginato che una guerra si accendesse ai nostri confini e a danno di una Nazione – l’Ucraina – democratica e indipendente da anni, e che guarda all’occidente come societa’ e stile di vita.

L’ITALIA COME E’ MESSA OGGI? Un alto generale ha detto durante un TG che le nostre FF.AA. Italiane oggi hanno troppi pochi uomini e donne arruolati. Le FF.AA. sono state ridotte da circa 250 mila unita’ a circa 150 mila professionisti, tra personale fisso in servizio permanente e personale a rafferma. Tolti i non operativi (i logistici, i territoriali, i ministeriali, i sanitari, i tecnici, i declassati, gli anziani (si perche’ abbiamo molti anziani ultra 45 enni ovviamente), chi sta in malattia, ecc, quanti combattenti effettivi abbiamo da mettere sul terreno? E le scorte di armi e munizioni come sono messe, sono adeguate a durare a lungo? E le scorte alimentari sono adeguate e per lungo tempo? E i rifugi anti aerei per i civili ci sono? E se si, quanti e dove sono dislocati? Tutte domande alle quali noi non sappiamo rispondere, ovvio, ma che qualcuno dall’alto dovrebbe rendere noti.

Le armi, piu’ che per fare la guerra, ci servono per dissuadere il nemico, giusto per dire: attenzione che anche noi siamo armati. E fino ad oggi ha funzionato. Ma ora siamo pronti ad imbracciare queste armi per continuare ad essere liberi e democratici?


ADNKRONOS.COM
DI SEGUITO QUELLO CHE E’ SUCCESSO IN UNA BASE MILITARE UCRAINA CHE OSPITA REGOLARMENTE ISTRUTTORI MILITARI STRANIERI.
Missili sul Centro internazionale per il mantenimento della pace e la sicurezza vicino la confine con la Polonia.

Il comando militare della regionale di Leopoli in Ucraina ha confermato che è stato colpito dalla Russia con otto missili il Centro internazionale per il mantenimento della pace e la sicurezza (Ipsc l’acronimo in inglese) a Yavoriv, vicino al confine con la Polonia. Come riporta la Bbc, si tratta di una base distante 30 chilometri da Leopoli, creata nel 2007 per addestrare le forze armate ucraine, soprattutto per le missioni di peacekeeping.

Ospita regolarmente anche truppe internazionali. Un documento della Nato sul centro dichiara che nell’Ipsc si addestrano allo sminamento i militari ucraini e di altre nazioni. La Bbc precisa che la base è una delle due in Ucraina dove si svolgono esercitazioni militari internazionali.

Istruttori militari stranieri si trovano nella base militare ucraina di Yavoriv, ha comunicato su Twitter il ministro della Difesa ucraino, Oleksii Reznikov, accusando Mosca di aver compiuto un “attacco terroristico”. Fonte: https://www.adnkronos.com/guerra-ucraina-russia-raid-vicino-confine-polonia-colpita-base-dei-peacekeeper_7gUL5eWnlu6h0OLj0iuRea/amp.html

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

2 thoughts on “L’ITALIA E GLI ITALIANI (soprattutto) SONO PRONTI AD AFFRONTARE UNA GUERRA TIPO QUELLA CHE E’ IN ATTO IN UCRAINA? Ucraina-Russia, colpita base peacekeeper: qui addestrati anche soldati stranieri”

  1. Non dimentichiamoci che fanno parte integrante delle FFAA, come IV Forza Armata anche i Carabinieri, e in tempo di guerra fanno parte integrante delle FFAA anche il Corpo Militare della Guardia di Finanza e non dimentichiamoci della Guardia Costiera come Corpo della MM
    Quindi in un eventuale conflitto per difenere la nostra Nazione non ci sono solo Esercito Marina e Aeronautica giusto?? O qualcuno che si atteggia a “Poliziotto” sta già pensando che non gli compete per evitare di dire che ha PAURA, comunque preghiamo Dio che non debba succedere.

  2. In caso di guerra tutti gli uomini abili dai 16 ai 60 anni verranno obbligatoriamente chiamati a d armarsi e a fare da carne da macello per la difesa della patria…oppure i militari saranno autorizzati a sparare su posto gli eventuali disertori, Le femmine lasciatele a fare da crocerossine che e’ meglio. In guerra non esistono civili ma solo uomini da armare e mandare al massacro. Se hanno sospeso la LEVA cazzi loro imparano sul momento a sparare e a farsi trucidare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.