LA NUOVA LEGGE SUI SINDACATI MILITARI / MA QUALE PASSO STORICO! PER I FINANZIERI LA LEGGE “CORDA” È DELUDENTE E BEFFARDA

Roma, 22 apr 2022 – USIF. Da decenni sono i finanzieri che, più di ogni altro militare, rivendicano i diritti sindacali, denunciando le limitazioni dei diritti agli appartenenti ad un Corpo che svolge prevalentemente, se non esclusivamente, la funzione di polizia economico-finanziaria.

Non a caso, la sentenza della Corte Costituzionale n. 120/2018 è scaturita dal ricorso di un finanziere.

Per queste ragioni, i contenuti della legge “Corda”, così come emendati da tutte le forze politiche che sono intervenute nel processo di gestazione, risultano ancor più deludenti e beffardi per i finanzieri.

Siamo delusi, perché questa legge, di fatto, consegna ai Sindacati dei militari uno strumento che non ammette vere garanzie sindacali e, se non retrocede, comunque non avanza rispetto all’attuale rappresentanza militare.

Peraltro, un simile modello indurrà le associazioni sindacali ad un’esasperata rincorsa verso la rappresentatività, con inevitabili ripercussioni sul funzionamento e sull’efficienza delle Amministrazioni. L’ARTICOLO COMPLETO CONTINUA QUI >>>

.

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.