Pensioni privilegiate, a chi spettano?

Roma, 3 mag 2022 – In caso di invalidità o lesioni dovute a cause di servizio, il lavoratore dipendente ha diritto alla pensione di privilegio. Le pensioni per i privilegiati (o pensioni di privilegio) sono slegate da requisiti anagrafici e contributivi o altri particolari requisiti come nel caso della pensione di invalidità.

Bisogna distinguere tra pensione privilegiata nel settore pubblico e privato.

Vediamo quali sono le differenze ed i requisiti tra queste due prestazioni, necessari per ottenere la pensione per i privilegiati. A chi spettano? Come funziona?

Pensioni per i privilegiati nel settore pubblico: chi ne ha diritto

La pensione di privilegio o privilegiata è stata istituita con DPR n. 1092/1973 per tutti i lavoratori dipendenti pubblici. La riforma Fornero (Legge n. 211/ 2011) ha abrogato il DPR del 1973 per tutti i dipendenti della PA tranne che per il personale appartenente a:

– Forze Armate (Esercito, Aeronautica, Marina);

– Forze di Polizia (Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria, Guardia di Finanza);

– Arma dei Carabinieri;

– Vigili del Fuoco e soccorso pubblico.

Perciò, le pensioni di privilegio sussistono per queste categorie di dipendenti pubblici e per i relativi superstiti. Il pensionamento privilegiato può essere ordinario o tabellare. In ogni caso, le infermità dipendenti da causa di servizio non devono essere suscettibili di miglioramento.

CONTINUA A LEGGERE investireoggi.it>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.