Contratto in busta paga e arretrati? Qualcosa si muove. Siamo ormai alle battute finali

Roma, 27 mag 2022 – NOTA INFORMATIVA PRESA DAL SINDACATO DI POLIZIA SIULP. Dopo una prima segnalazione da parte dei Ministeri interessati, che anticipavano la pubblicazione in G.U. del D.P.R. relativo al provvedimento della Corte dei Conti n. 1282 del 18.05.2022, recettivo del nostro contratto di lavoro, in principio previsto per il prossimo 7 giugno, la Segreteria Nazionale è intervenuta presso il Dipartimento della Funzione Pubblica per chiedere un’accelerazione dei tempi in relazione agli impegni che il Governo aveva assunto in sede di sottoscrizione dell’accordo contrattuale.

Grazie al nostro intervento ci è stato comunicato che la pubblicazione in G.U. del citato decreto avverrà il 31 maggio p.v. e che NOIPA, grazie a tale pubblicazione, nel mese di maggio sarà in grado di erogare i pagamenti nelle nuove misure previste entro il mese di giugno. Sindacato polizia SIULP

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

7 thoughts on “Contratto in busta paga e arretrati? Qualcosa si muove. Siamo ormai alle battute finali”

  1. Davvero?? ci dobbiamo credere ?? Dunque a Giugno dovremmo percepire gli arretrati, e se andasse bene, anche il FESI ??..Dunque, facendo due calcoli, netti alla mano dovremmo percepire un migliaio di euro (circa) per gli arretrati e circa 700-800 euro di FESI…dunque circa 1.700 \ 1.800 euro in più sul normale stipendio…
    Alla fine l’aumento netto sullo stipendio è di circa 60-70 euro nette, ma con il caro bollette , dei carburanti nonchè degli alimenti tutti, cosa vogliamo migliorare?? Chi dobbiamo ringraziare ?? Ma per carità di Dio vi prego !

  2. Io che lavoro nei VVF e già aspettavo che si muovesse qualcosa a Maggio, sono stato disatteso.. cosi’ come sono stato disatteso (insieme a tutti quanti aspettano gli arretrati) anche per Giugno (importi già visibili), a meno che non esca qualche pubblicazione “straordinaria” (cosa che nei precedenti rinnovi/arretrati, non si é mai verificata)

  3. Sempre a lamentarsi
    Non credo che la colpa degli aumenti è da scagliare a qualcuno in casa nostra (ITALIA)
    MA PURE SE TI AUMENTASSERO DI SOLO 5 € RINGRAZIA PERCHÉ SAPPI CHE C’È CHI STA PEGGIO

  4. C’è chi STA PEGGIO e c’è chi sta meglio. Dipende dalla prospettiva dalla quale ci si pone.
    Pensa come sarebbe gratificante sapere che chi STA PEGGIO tragga anche lui beneficio da un adeguamento decente dello stipendio FF.OO. sia per via di un miglior servizio al cittadino che anche per un atteggiamento ad “effetto emulazione” che chi lo rappresenta potrebbe essere spinto ad adottare.

  5. Buonanotte a tutti. Rispondo a TÈ. Caro anonimo. Io lavoro dà 40 anni ente pubblico. È ancora non posso andare in pensione. Devo buttare ancora sangue per 2 3 anni. MÀ ti pare bello. A 65 anni? È poi non ti DIMENTICARE che QUESTI politici ci hanno rubato 3 contratti. Chi non lo ricorda? Non so che lavoro fai. MÀ ad oggi dovevamo avere uno stipendio con 300 400 euro in più. Nelle buste paga.

  6. È ti dirò di più. L’inps è il GOVERNO aspetta CHÈ la GENTE muoia. Com’è successo con la pandemia. Così risparmia altre pensioni. L’inps ha le casse zeppe di soldi. Pensa quanti poveri CRISTI sono morti. Quando ti devono dare qualche aumento di MERDDA. Ti fanno soffrire come cani. Tanto loro prendono STIPENDI MILIONARI 10 15 20mila euro al mese. È noi oggigiorno non arriviamo nemmeno al 10 del mese. CHÈ già sono finiti i soldi. MÀ dimmi… questo non ti dice niente? Tù dici che c’è gente CHÈ STÀ peggio. È vero. MÀ adesso stanno prendendo il REDDITO di cittadinanza. Senza fare un c…o. è noi lavoriamo 8 ore al giorno. Lo sai che all’estero ente pubblico prendono dai 2000 ai 2500 euro al mese? Informati bene. Lavoro dà 40 anni e prendo 1400 euro al mese. Con questo stipendio non posso nemmeno comprare più la bistecca 3 volte la settimana. Mi sono dimenticato come è fatto un abito anche non firmato.

  7. MÀ di CHÈ vogliamo parlare. Chi tanto..? È chi niente. L’ITALIA è bellissima. MÀ è un paese di MERDDA. È di vigliacchi. Perché accettiamo tutto. È NESSUNO si ribella. Prendete esempio dai francesi. Quello è un POPOLO di nazionalisti. Il nostro è un popolo di paraculi. Ognuno pensa a sé. Può succedere anche una GUERRA. MÀ NESSUNO….? Se NÉ fotte. I NOSTRI padri. NONNI. BHÈ quelli sì…!!! Che erano UOMINI. Con la U maiuscola. SPERIAMO che con i contratti non arrivano a dicembre di quest’anno. Per rinnovarli. NOTTE A TUTTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.