Maxi rissa in spiaggia con tanto di carica della polizia in assetto antisommossa

Roma, 6 giu 2022 – Dopo la maxi rissa in spiaggia con tanto di carica della polizia in assetto antisommossa, a Peschiera e Castelnuovo del Garda (Lago di Garda – sponda veronese) è andato in scena un sabato ordinario, non fosse per l’imponente schieramento di forze dell’ordine che hanno presidiato i luoghi sensibili, possibile transito e destinazione delle migliaia di ragazzi che solo due giorni fa si erano ritrovati al grido – lanciato e rilanciato su Tik Tok – «il 2 Giugno tutti a Peschiera».

I presupposti affinché risse e disordini si ripetessero anche questo weekend c’erano tutti, a partire da alcuni post inequivocabili diffusi venerdì sul social più amato dai teenager («Il 4 la riconquista con armi»). Invece il secondo assalto non c’è stato.

Stavolta – a differenza del 2 Giugno, quando le forze dell’ordine erano intervenute a metà pomeriggio – il Comitato per l’ordine e la sicurezza presieduto dal prefetto ha giocato d’anticipo. Intercettando i facinorosi prima ancora che mettessero piede nella città murata.

Stazione blindata, così già in mattinata la stazione di Peschiera del Garva (VR) – punto di ritrovo dei giovanissimi provenienti da Lombardia e altre regioni limitrofe – come quelle di partenza era letteralmente blindata: mezzi e agenti sulle banchine stavolta deserte, due camionette della polizia sul piazzale e, all’ingresso, decine di poliziotti, carabinieri e agenti della Guardia di Finanza con un’unità cinofila, intenti in perquisizioni, identificazione e controllo dei documenti dei passeggeri dei treni in arrivo.

CONTINUA A LEGGERE LARENA.IT>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.