AMIANTO / Il caso del Finanziere DAL CIN. Pignoramento Ministero dell’Interno presso la Banca d’Italia. LE ULTIME NOVITA’.

Roma, 17 lug 2022 – Riceviamo e pubblichiamo. DOPO L’INTERVENTO DELL’AVVOCATO DI DAL CIN, IL MINISTERO IN DATA 15 LUGLIO 2022 HA CONTATTATO L’AVV. EZIO BONANNI, CHE SEGUE LA CAUSA DEL FINANZIERE.

In data 15/7/2022, il Ministero dell’Interno ha contattato lo studio legale dell’Avv. Ezio Bonanni, patrocinante in Cassazione e presso le Magistrature Superiori, informandolo che provvederà a pagare le somme dovute, rispettivamente, a titolo di speciale elargizione, gli assegni vitalizi, comprensivi di interessi legali, spettanti al finanziere Antonio Dal Cin, gravemente malato a causa dell’amianto a cui è stato esposto in particolari condizioni ambientali ed operative durante il servizio nella Guardia di Finanza, e riconosciuto equiparato a Vittima del Dovere ed equiparato alle Vittime del Terrorismo.
L’ARTICOLO/INTERVENTO DI DAL CIN, PRECEDENTE AL 15/7/2022.
NON CI VENGONO PIU’ IN UDIENZA, PREFERISCONO PAGARE IL DOVUTO…
Amianto, il caso Dal Cin: “il Ministero dell’Interno non risponde all’atto di Precetto. L’Avv. Ezio Bonanni procede con il Pignoramento presso la Banca d’Italia”.

Difenderò il finanziere Antonio Dal Cin in tutte le sedi di giustizia, queste le parole dell’Avv. Ezio Bonanni, patrocinante in Cassazione e presso le Magistrature Superiori e Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto, che da anni sta assistendo Antonio Dal Cin, come decine e decine di suoi colleghi ed appartenenti al comparto Sicurezza e Difesa. La triste e dolorosa storia di Antonio Dal Cin, in modo del tutto assurdo ed incomprensibile, si complica per l’ennesima volta. Il finanziere in congedo, gravemente malato, riconosciuto “Vittima del Dovere” ed equiparato alle “Vittime del Terrorismo”, è costretto ancora a lottare per vedere riconosciuti quei diritti sacrosanti e legittimi che il giudice gli ha riconosciuto con la sentenza esecutiva del Tribunale di Latina – Sezione Lavoro (sentenza n. 1242/2021 del 25.11.2021, n. 3985/2018 RG), pubblicata in data 25.11.2021, munita di formula esecutiva e dove è letteralmente scritto: “… condanna il Ministero dell’Interno alla riliquidazione in favore della parte ricorrente della speciale elargizione prevista dall’art. 5, comma I della L. 266/04, già attribuitagli con decreto del 12.06.2018, in riferimento all’invalidità complessiva del 50% nella misura e con la decorrenza di legge, detratte le somme già corrisposte al medesimo titolo, oltre alla maggior somma tra interessi legali e rivalutazione monetaria dalla maturazione al soddisfo; condanna il Ministero al pagamento, a decorrere dalla domanda amministrativa, dello speciale assegno vitalizio mensile di € 1.033,00, e dell’assegno vitalizio mensile di € 500,00, con relativa perequazione automatica, oltre accessori di legge…”.

Nonostante le notifiche di rito e un atto di Precetto, il Ministero dell’Interno, non ottempera alla sentenza che permetterebbe ad Antonio Dal Cin di ottenere le somme, come riconosciute dal Tribunale di Latina, Sezione Lavoro, a titolo di riliquidazione della speciale elargizione oltre interessi legali e rivalutazione monetaria e a titolo di ratei di speciale assegno vitalizio mensile e di assegno vitalizio mensile con relativa perequazione automatica, oltre accessori di legge conteggiati dalla data di presentazione della domanda (luglio 2013), fino alla mensilità di maggio 2022, salvi ulteriori mensilità che saranno oggetto di eventuale e separato atto, nel caso in cui non ci fosse il pagamento spontaneo, cosa che purtroppo non è avvenuta. Per questo motivo, in data 15.06.2022, l’Avv. Ezio Bonanni ha depositato presso il Tribunale Civile di Roma un atto di pignoramento presso terzi, nei confronti del Ministero dell’Interno, presso la Banca d’Italia, che in data 04.07.2022 ha comunicato che su un conto corrente è stata bloccata la somma di E. 534.220,00 in attesa dell’udienza che si terrà presso il Tribunale di Roma il prossimo 12.09.2022.


In data 15/7/2022, il Ministero dell’Interno ha contattato lo studio legale dell’Avv. Ezio Bonanni, patrocinante in Cassazione e presso le Magistrature Superiori, informandolo che provvederà a pagare le somme dovute, rispettivamente, a titolo di speciale elargizione, gli assegni vitalizi, comprensivi di interessi legali, spettanti al finanziere Antonio Dal Cin, gravemente malato a causa dell’amianto a cui è stato esposto in particolari condizioni ambientali ed operative durante il servizio nella Guardia di Finanza, e riconosciuto equiparato a Vittima del Dovere ed equiparato alle Vittime del Terrorismo.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.