Decesso a seguito di vaccinazione del sottufficiale della marina militare Paternò, Pm chiede archiviazione

Roma, 18 ago 2022 – La Procura di Siracusa ha richiesto l’archiviazione del procedimento penale per omicidio colposo a carico del legale rappresentante di Astrazeneca, Lorenzo Wittum, per il decesso di Stefano Paternò, il sottufficiale della marina militare di Augusta morto a Misterbianco (Catania) il 9 marzo del 2021 dodici ore dopo la somministrazione del vaccino anti Covid.

Per la Procura c’è una connessione tra il decesso e la dose ricevuta dall’uomo, ma in assenza di violazione delle prescrizioni delle massime autorità sanitarie mondiali.

Nella richiesta di archiviazione avanzata al Gip, si osserva che “se è vero che la morte di Paternò è dipesa dall’Ards innescata dalla vaccinazione in soggetto già positivo asintomatico, è però altrettanto vero che il suo caso rappresenterebbe pressoché un unicum, tant’è che i consulenti tecnici hanno stabilito testualmente che “la morte del militare Paternò non può che essere ascrivibile alla risposta individuale al vaccino, indotta da uno stato di sensibilizzazione al SarsCoV2”.

CONTINUA A LEGGERE ANSA.IT>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.