COMUNICATO CONGEDO PARENTALE

Roma, 7 mar 2024 – Il congedo parentale. Ecco la nuova sfida del SiULM. Il Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Militari (SIULM), animato da un costante impegno a favore delle famiglie dei Militari, si fa nuovamente portavoce di una rivendicazione urgente e necessaria. Dopo il successo ottenuto con il riconoscimento per le donne in divisa della decontribuzione spettante alle mamme lavoratrici, ci apprestiamo a guidare la “lotta” per l’applicazione delle nuove indicazioni per i fruitori del secondo mese del Congedo Parentale.

Noi del SiULM abbiamo a cuore i Militari e le loro famiglie, per questo metteremo in campo le energie e le risorse necessarie per accelerare sui tempi di applicazione delle nuove direttive relative al Congedo Parentale. La novità giunge dalla Legge di bilancio 2024 (ex legge Finanziaria): Congedo con l’80 % della retribuzione nel 2024 per due mesi per madre o padre. Tale Legge (L. 213/2023) amplia nuovamente l’importo dell’indennità del Congedo Parentale fruibile per madri o padri entro il 6 anno di vita del bambino. In particolare il nuovo dispositivo normativo prevede l’aumento dell’indennità (ordinariamente fissata al 30% della retribuzione imponibile) all’80% per due mesi nel 2024 e all’80% per un mese, e al 60% per un altro mese, a partire dal 2025. Tale norma è entrata in vigore il 01 gennaio e si applica anche nel settore pubblico.

Nonostante la disposizione di Legge, gli Stati Maggiori e i sindacati dei Militari hanno ignorato l’importante ricaduta che può avere per le famiglie. Siamo a conoscenza che le norme possono diventare attuabili solo se seguite da circolari esplicative. Ci duole sottolineare che sono passati mesi da quando la Legge è stata approvata e nessuno ne fa parola fino ad oggi. Abbiamo atteso per comprendere se qualche attore istituzionale si facesse carico di questa situazione, ma ancora una volta il SIULM farà da capofila in quest’altra “battaglia”. Siamo disponibili a collaborare con altre sigle, per fornire i riferimenti normativi affinché si faccia fronte comune per il riconoscimento dei benefici dell’Art 1 della L. 231/2023.

IL SEGRETARIO NAZIONALE INTERFORZE

Dottor Luigi TESONE

Forzearmate.eu non ti chiederà mai un contributo o abbonamenti per leggere tutti i nostri contenuti, se di tuo gradimento desideriamo solo che torni a visitarci.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *