Gratteri attacca la riforma Cartabia: «Un favore alle mafie, Falcone e Borsellino si rivoltano nella tomba»

Roma, 25 lug 2021 – Domani intervista il procuratore capo di Catanzaro Gratteri, che definisce quella della ministra Marta Cartabia una riforma che non serve alla sicurezza dei cittadini italiani, non serve a dare giustizia alle parti offese, a coloro i quali hanno subito vessazioni da parte di mafiosi o criminalità comune.

Non era inimmaginabile che si potesse proporre una riforma così giustificandola con l’arrivo dei soldi dall’Europa. Dire che bisogna fare la riforma perché altrimenti l’Europa non ci darà i soldi è umiliante.

Per coerenza non bisognava celebrare queste ricorrenze, i morti non si possono difendere, non possono parlare. Falcone e Borsellino si saranno girati tre volte nella tomba a sentire questo tipo di riforma.

 LEGGI L’INTERVISTA COMPLETA QUI>>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One thought on “Gratteri attacca la riforma Cartabia: «Un favore alle mafie, Falcone e Borsellino si rivoltano nella tomba»”

  1. Prima danno solidarietà alle vittime di mafia e poi sono favorevoli alla PRESCRIZIONE dei REATI.
    Un grazie sincero a Gratteri per il suo sincero impegno contro la mafia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.