Generale Figliuolo, “voglio nomi e cognomi entro il 20 agosto” – a chi si riferisce?

Roma, 6 ago 2021 – Da LiberoQuotidiano.it – Scuola e trasporti. Sono questi i due dossier della ripartenza. Quelli che preoccupano di più Mario Draghi, le Regioni, i tecnici e la struttura commissariale. E di questo si è parlato, ieri, nella riunione della Conferenza Stato Regioni.

Ma la notizia che ha sorpassato ogni dibattito arriva nel tardo pomeriggio. Il commissario Francesco Paolo Figliuolo ha inviato a una lettera alle Regioni chiedendo di avere, entro il 20 agosto, «dati univoci» sul numero dei docenti non vaccinati.

Nella lettera Figliuolo sottolinea che la lista è necessaria.. CONTINUA A LEGGERE LIBEROQUOTIDIANO.IT>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

11 thoughts on “Generale Figliuolo, “voglio nomi e cognomi entro il 20 agosto” – a chi si riferisce?”

  1. Ma dove sta scritto che chiede nomi e cognomi? Hha chiesto solo numeri certi suddivisi per ruoli e tipologia di personale, quindi Team terroristico e fazioso non scrivere cavolate, please? Tanto non lo pubblichi altrimenti dimostri di esserlo.

  2. IL TITOLO E’ DEL GIORNALE LIBEROQUOTIDIANO.IT CHE TU NON SEI NEANCHE ANDATO A LEGGERE. E’ OVVIO CHE SE SI TRATTA ANCHE SOLO DI NR. E PERCENTUALI POI BISOGNERA’ CHE QUALCUNO LI AVVISI CONOSCENDO NOME E COGNOME

  3. Basta solo fare la legge della vaccinazione obbligatoria riconoscendo quindi i relativi risarcimenti per eventiuali danni collaterali. Altrimenti e’ troppo bello fare i finocchi col culo degli altri.

  4. Anche quando vai in ospedale o dal dentista firmi una liberatoria che li sollevi da varie problematiche non conosciute. TU NON FIRMI MAI? se non credi alla scienza medica dovresti scappare alla vista di medicine, ospedali, medici e vaccini che sicuramente hai fatto in precedenza anche tu

  5. Quando Le è stato imposto di accettare a svolgere il compito di “Commissario straordinario”, l’unica mia riflessione è stata ” Non vorrei essere al al suo posto”…

  6. Si è vero che quando mi sottopongo ad una visita in ospedale firmo il consenso informato, ma quando vado in ospedale è perché ci vado di mia spontanea volontà, non perché mi hanno obbligato

  7. #Team. Egregio, è vero, quando vai in ospedale o dal dentista… o devi fare una dose di un qualunque vaccino firmi il cosiddetto consenso informato. C’è da dire una cosa però: nel foglio che ti fanno firmare non è scritto da nessuna parte “non sono noti effetti collaterali a medio e lungo termine”. Firmando il consenso informato con una simile dicitura si sta praticamente dicendo”mi assumo io tutte le responsabilità derivanti dalla vaccinazione. Anche di ciò che tu, stato, non sai e che potrebbe invalidarmi o uccidermi”. Fatto un paragone più terra terra, è come se si andasse da un notaio per l acquisto di un appartamento e nell’atto di acquisto il notaio avesse scritto: non sappiamo se allo stato attuale gravano ipoteche sull’ appartamento o eventuali ordinanze di abbattimento o eventuali multe per abusivismi edilizi di sorta”. Tu firmeresti mai un atto di acquisto simile? Io personalmente no. Pertanto, tornando al vaccino, io non ho nessuna intenzione di assumermi responsabilità di eventuali conseguenze negative derivanti dal vaccino se lo stesso stato italiano non sa cosa effettivamente mi inietta nelle vene. Se mi dovesse succedere qualcosa lo stato se ne laverebbe le mani, tanto ho firmato…
    Rendessero il vaccino obbligatorio assumendosi tutte le responsabilità del caso ed io domani stesso vado a vaccinarmi. Ed i benpensanti mi perdonino se non e un argomento altruistico per salvare l economia italiana o che i benefici derivanti dal vaccino sono superiori ai rischi di rimanerci stroppiato o secco. Personalmente se ci rimango io stroppiato o secco mi roderebbe non poco.

  8. Capisco le sue remore. Giuste. pero’ sembra che senza l’aiuto del vaccino non se ne esce. Infatti miliardi di persone si sono vaccinate, pur leggendo che non si conoscono eventuali effetti collaterali a lungo termine. Magari un giorno scopriamo che il vaccino ci fa vivere anche di piu’? Chi lo sa. E’ una scommessa, sia che possa far male, che possa far bene, o che sia neutro, senza contro indicazioni. MA ATTENMZIONE. Ci si arrabbia con lo Stato italiano, ma questa prassi e’ consolidata in tutti i paesi del Mondo, siano essi democratici, dittatoriali, cattolici, atei, musulmani, dell’est, asiatici, della nato, della Russia, Ebrei, Iraniani, Indiani, Americani dal nord al sud, Brasiliani, poveri, ricchi, bianchi, gialli o neri. Poi tutti i capi di stato, i dottori piu’ noti, si sono tutti vaccinati e lo faranno ancora. secondo te queste persone non hanno maggiori info fresche sui danni del vaccino? O sono deficienti come noi poveri vaccinati?

  9. Le possibilità che il vaccino ci porti benefici a lungo andare sono esattamente le stesse degli eventuali effetti negativi che ne possano venire. Vero. Ma dato che entrambe sono sui piatti di una bilancia che adesso noi non vediamo, lei se la sente di rischiare la sua salute futura, la sua vita? Ho avuto in famiglia gente invalida al 100% e le assicuro che la vita di queste persone non è facile. Per niente. Non lo è neanche di chi deve assisterle 24 ore su 24. Io ripeto, personalmente non voglio rischiare. Soprattutto se lo stato e il primo a non voler risarcire chi si è vaccinato per ” il bene di tutti” e che a causa del vaccino può aver avuto un qualunque effetto negativo sulla propria pelle.E se la gente per poter tornare alle proprie comodità, per tornare a vivere la vita precedente al virus ha deciso di voler far parte della sperimentazione scientifica dei vaccini e si sono offerti di fare da cavia (è inutile prendersi in giro, chi ha accettato il vaccino con le sue conseguenze ha accettato di fare la parte della cavia pur di tornare alla vita di prima), io non posso far altro che ringraziarla e augurarle il meglio. Ma io non farò parte (o almeno eviterò quanto più mi sarà possibile, stando le cose come adesso) a questa sperimentazione scientifica. Che i governi abbiano più o meno imposto la vaccinazione ai propri cittadini dimostra soltanto che tutto il mondo è paese: con le lusinghe, le campagne pro vaccini, le minacce o la censura hanno ovunque leso la libertà di decidere del popolo che in maniera consapevole e volontaria o sotto coercizione si è vaccinato. Spero davvero per loro, per tutti noi che tutto vada bene.
    Per quanto riguarda i politici, i medici più noti che si sono vaccinati sotto l occhio delle telecamere…be’ cio’ non mi dice nulla. Anzi non fa altro che alimentare in me il sospetto che per propaganda politica o pro vax o per qualsivoglia desiderio di mettersi in mostra che si siano fatti iniettare acqua fresca nelle vene. Chi può garantirmi il contrario?

  10. Condivido il suo pensiero, ma sara’ anche grazie a queste miliardi di “cavie”, come le chiama Lei se poi tutto si superera’ con piu’ facilita’. Se tutto funzionera’ anche lei beneficera’ di questa serenita’. Ognuno comunque ha il diritto di decidere se farlo o non farlo.

  11. SE tutto funzionerà…. altrimenti saremo costretti tutti ad una vaccinazione a vita con la spada di Damocle del virus che si può moltiplicare a dismisura non appena si abbassa un pochino la guardia. Da notare che ho detto “saremo”. Già.perche con questi subdoli ricatti che un governo non dovrebbe fare ai suoi cittadini, io sono libero di non farmi il vaccino. Però se non lo faccio sarò tagliato fuori dalla vita sociale. O peggio come si paventa per i docenti in queste ore. E mentre da un lato mi si dice” puoi sempre farti il tampone ogni due giorni ed avere il tuo green pass provvisorio”, dall altro per ogni tampone mi si chiede 15 euro. Essendo 5 in famiglia la spesa diventa non indifferente in un mese. “Però se vuoi il vaccino è gratis”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.