Tangente per superare il concorso nella Polizia Penitenziaria, 5 arresti a Napoli

Roma, 26 ago 2021 – Avrebbero intascato una mazzetta da ottomila euro per far superare il concorso nella Polizia Penitenziaria a un giovane napoletano che non avrebbe potuto passare quella prova in quanto daltonico. È l’accusa che ha portato alle misure cautelari per 5 persone (2 in carcere e 3 ai domiciliari), eseguite ieri dal Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria.

L’ipotesi di reato, per tutti gli indagati, è di corruzione. Il candidato, un funzionario del Dap (Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria) e un agente della Penitenziaria sono finiti ai domiciliari, mentre per altri due poliziotti del Corpo si sono aperte le porte del carcere.

Il passaggio di denaro nella sede del sindacato
Da quanto emerge, alcuni degli indagati coinvolti nell’inchiesta del pool anticorruzione della Procura di Napoli, condotta dal sostituto procuratore Mariella Di Mauro, sarebbero stati sorpresi lo scorso 22 maggio proprio durante il passaggio di denaro nella sede di un sindacato che si trova a Monteforte Irpino, in provincia di Avellino (FONTE>>>>>).

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.