Sindacati, libertà, vaccini e green pass. La libertà finisce con la vaccinazione.

Roma, 8 set 2021 – Editoriale di  Fabio Perrotta (Segretario Generale Aggiunto S.A.F.). È strano che proprio coloro che dovrebbero tutelare i lavoratori non lo facciano.

Proprio i sindacati hanno espresso la loro posizione unitaria, in sintonia con Confindustria e con il Governo, a favore dell’obbligo vaccinale e, di conseguenza, dell’estensione dell’obbligo di green pass sui luoghi di lavoro.

Questa la posizione dei Sindacati Confederali e delle Confederazioni, poi c’è quella dei Sindacati Autonomi e aziendali che, nella maggior parte, seppur a favore dei vaccini si oppongono all’obbligo.

Parte dei sindacati di Polizia, ma anche dei sindacati militari, hanno avuto un sussulto nell’esprimere la propria opposizione all’introduzione del green pass nelle mense di servizio, limitando la questione alla risoluzione pratica delle questioni d’interesse (buono pasto alternativo, spazi riservati per la consumazione del pasto).

In assenza di obbligo vaccinale non è stata presa una posizione comune attinente alla sua eventuale e prossima introduzione, anche mediante l’obbligo di green pass, da quanto si evince dalle ultime dichiarazioni governative.

Il ruolo dei sindacati

I sindacati trovano fondamento nell’art. 39 della Costituzione, la quale ne sancisce la libera organizzazione.

Ma i sindacati richiamano, per l’esercizio della libertà sindacale, altri diritti costituzionali: fondamentali contenuti negli artt. 2 e 3, diritti di associazione o di critica rispettivamente previsti dagli art. 18 e 21. Ribaditi negli artt. 11 (Libertà di riunione e di associazione), 14 (Divieto di discriminazione) e 53 (Salvaguardia dei diritti dell’uomo riconosciuti) della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo, e nel diritto di associazione e negoziazione ai punti 5 e 6 della Carta Sociale europea.

È da chiedersi se i sindacati, che richiamano nella loro istituzione principi di libertà costituzionali e di diritto europeo, possano prescindere dalla difesa delle libertà e del rispetto delle norme.

  • Possono, cioè, i sindacati non opporsi alla manifesta incostituzionalità di una norma?

Libertà, green pass e vaccini obbligatori… L’articolo completo continua qui >>>

.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One thought on “Sindacati, libertà, vaccini e green pass. La libertà finisce con la vaccinazione.”

  1. Sarebbe una bella cosa , l’obbligo su un farmaco che copre il 20/30% spacciato da tv e giornali come miracoloso, ma non calcolando gli effetti a medio a lungo raggio non è lungimirante. Modesto parere personale. Un saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.