Il Si.Na.Fi – Sindacato Nazionale Finanzieri interviene a tutela del Finanzieri accasermati

Roma, 3 ott 2021 – Il SINAFI segnala al Comando Generale la sempre maggiore carenza di strutture alloggiative per i neofinanzieri, auspicando l’opportunità di adottare migliori e più adeguate strategie di incremento degli alloggi di servizio, anche attraverso l’utilizzo dei fondi straordinari stanziati dall’Europa.

Alloggiamento appartenenti al Corpo.

La scrivente Organizzazione Sindacale ha ricevuto diverse segnalazioni da parte di propri iscritti e non, inerenti alle gravose difficoltà in cui versano perlopiù un numero importante di giovani colleghi, i quali, al termine del percorso formativo, sussistendone l’obbligo secondo la normativa di comparto, si trovano a dover alloggiare presso strutture del Corpo o ad esso in uso, situate talora in zone molto distanti dalla sede del reparto di servizio, allorquando qui vi sia carenza o inesistenza di concrete possibilità ricettive.

In queste ipotesi, i giovani Colleghi sono costretti a percorrere, quotidianamente, molta strada per raggiungere il luogo di lavoro (anche nell’ordine dei 50 km o comunque di un’ora di viaggio), spesso con i propri mezzi, con intuitivi disagi personali ed economici, senza contare lo stress e i rischi che comporta il fenomeno del pendolarismo (specie se su gomma).

Peraltro, è verosimile che la situazione appena descritta sia destinata a crescere col tempo, in funzione dell’incremento dei flussi reclutativi. L’ARTICOLO COMPLETO CONTINUA QUI >>>

.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.