IL TAR CONFERMA LA VALIDITA’ DEL GREEN PASS E CONSEGUENTE SOSPENSIONE DAL SERVIZIO O PERDITA STIPENDIO. Questa la nota sulla nuova sentenza: Il Tar ferma anche i prof No Green pass: giusto lo stop dello stipendio senza certificato (anche se i tamponi non sono gratis)

Roma, 9 ott 2021 – MANCANO SOLO 4 GIORNI LAVORATIVI FERIALI PER METTERSI IN REGOLA. Riceviamo e pubblichiamo. COME ORGANIZZARSI PER NON PERDERE LO STIPENDIO DAL 15 OTTOBRE 2021? Se non e’ un problema perdere lo stipendio non bisogna fare nulla. Se invece si intende prenderlo bisogna mettersi in regola o con il vaccino o con il tampone a pagamento.

PENALIZZAZIONI ECONOMICHE E DI CARRIERA.
Di alcune penalizzazioni economiche e normative gia’ questo portale ne ha parlato, ma vorrei aggiungere poi che oltre allo stipendio e alle anzianita’ di servizio e allo spostamento delle maturazioni stipendiali, si perde, molto probabilmente,  anche la maturazione delle ferie. Ad esempio, se un collega al 15 ottobre 2021 ha consumato tutta la spettanza delle ferie annuali 2021, e decide di stare a casa fino al 31/12, dovra’ probabilmente restituire i soldi corrispondenti ai giorni gia’ consumati e che non maturera’ nei due mesi e mezzo a venire. Insomma ci sara’ un bel casino economico.

EVENTUALI DISSERVIZI LAVORATIVI

Per la parte della Pubblica Amministrazione non dovrebbero esserci grandi problemi o disservizi particolari poiche’ il personale forse spesso e’ anche troppo, e chi entrera’ al lavoro coprira’ anche il carico di lavoro degli altri; come quando uno e’ in ferie o in malattia. A dimostrazione si puo’ chiamare in causa la Scuola, che e’ gia’ partita senza tanti problemi di docenti assenti. La vaccinazione ormai va verso i 45 milioni di cittadini, con esclusione dalla conta dei ragazzi sotto i 12 anni di eta’. Molti si stanno affrettando a vaccinarsi. Molti altri si stanno organizzando con  i tamponi e si sente anche dire che molte farmacie ormai sono sature di prenotazioni da qui a fine anno. Altri sono in pensione e non sono interessati al lavoro.

La fetta piu’ grossa dei non vaccinati si trova poi nel lavoro privato, e alcune figure lavorative possono essere assunte momentaneamente al posto degli assenti senza paga. Nello Stato ci si arrangera’ con chi sara’ presente, e se ci sono disfunzioni la colpa non sara’ sicuramente di chi ha il green pass. Quindi e’ tutto da vedere.

QUESTA CHE SEGUE E’ UNA NOTA SULL’ULTIMA SENTENZA DI OPEN ONLINE.
Il Tar ferma anche i prof No Green pass: giusto lo stop dello stipendio senza certificato (anche se i tamponi non sono gratis)

Si scontra ancora una volta contro la giustizia amministrativa l’ennesimo ricorso contro il Green pass obbligatorio. Stavolta è il Tar Lazio a respingere il ricorso di alcuni insegnanti e dell’Anief, l’associazione di insegnanti e formatori, ribadendo che è legittima la sospensione dello stipendio per quei docenti che si presentano a scuola senza Green pass. Il ricorso contestava il decreto del 6 agosto, in cui il ministero dell’Istruzione spingeva alla: «piena partecipazione alla campagna vaccinale» anti Covid il personale docente e non docente. A quel provvedimento era seguita una nota del 13 agosto in cui veniva chiarito l’obbligo per il personale scolastico di esibire il certificato verde, senza il quale il dipendente sarebbe risultato: «assente ingiustificato». In quel caso, dopo il quinto giorno senza Green pass, sarebbe scattata la sospensione dello stipendio. Per il Tar l’obbligo del certificato verde nella scuola, senza la gratuità dei tamponi, non comporta alcuna limitazione della libertà… L’articolo continua qui >>>

.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

4 thoughts on “IL TAR CONFERMA LA VALIDITA’ DEL GREEN PASS E CONSEGUENTE SOSPENSIONE DAL SERVIZIO O PERDITA STIPENDIO. Questa la nota sulla nuova sentenza: Il Tar ferma anche i prof No Green pass: giusto lo stop dello stipendio senza certificato (anche se i tamponi non sono gratis)”

  1. Sono assolutamente concorde con un sistema idoneo che in un periodo di post pandemia, augurando che finalmente si arrivi alla fine molto presto, venga utilizzato il sistema chiamato GREEN PASS. Ma, come sempre, ci sono figli e figliastri. Non hai il Green pass? Niente lavoro e niente stipendio, per l’operaio medio, l’impiegato, il medico, l’artista e tutte le categorie dei lavoratori possibili e immaginabili. E allora perchè, chi non ha il certificato verde che DEVE in primis essere da esempio quale un deputato o un senatore che palesemente sono contro, continuano a frequentare palazzi del potere, Parlamento, il ristorante (mensa) a prezzi calmierati? La scusa di entrare in Parlamento senza il green pass e di “lottare” per chi non vuole vaccinarsi esponendo il suo pensiero in un aula dove ci sono altre persone che ce l’hanno è un po un presa per il c..o per chi a torto o ragione ha comunque deciso di vaccinarsi o sbaglio? Figli e figliastri, fai come ti dico io, ma non fare come faccio io. A questi signori che sono pagati con le tasse degli italiani, lo stipendio verrà tolto? Loro sicuramente visti i lauti compensi che percepiscono non soffriranno (semmai lo stipendio venga loro interrotto), ma le categorie dei lavoratori tutti che non sono la “casta”? Non è polemica, tutt’altro, una regola che piaccia o meno se imposta per cause sicuramente da valutare e non è questo il mio intento, vale per tutti o sbaglio? Basta cercare in rete e vedere chi sono i politici che ad oggi non si sono vaccinati e “si sentono” al di sopra delle parti……

  2. Patetico intervento propagandistico.
    Nessun problema a non prendere lo stipendio, piuttosto che cedere ai ricatti che continuano da 2 anni. più ti fai ricattare e più ti ricattano.
    C’è la politica del terrore e con i terroristi non si tratta.

  3. Informati ma anche per deputati e senatori e già in vigore l’obbligo del green pass per entrare ovunque al senato e camera.

  4. I deputati e senatori alla faccia nostra non tutti sono vaccinati 🤔 perché❓
    Preferiscono farsi il tampone (che pagano attraverso una assicurazione sanitaria molto vantaggiosa) 😞

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.