MILITARI: CHIARIMENTI SU RINNOVO CONTRATTUALE TRIENNIO 2019-2021 E SALDO FESI 2020

Roma, 18 ott 2021 – Lo stato dell’arte a cura di  Francesco Gentile, Delegato Cocer. Pare che in queste ore ci sia un post di un delegato Cocer che parla di arretrati contrattuali riferiti agli anni 2019 e 2020. Sembrerebbe che questi debbano colmare il restante FESI che, probabilmente, a dicembre dovremmo avere in busta paga. Dico probabilmente perché al momento non è ancora sicuro in quanto lo spacchettamento delle risorse, tramite apposito DPCM, è stato firmato solo pochi giorni fa.

Le risorse sono per tutte le Forze Armate e Forze di Polizia ad ordinamento civile e militare, quindi non siamo dietro a nessuno.

Come ricordate queste tempistiche sono prettamente burocratiche (basta ricordarsi dell’anno scorso). Appena avrò notizie certe le comunicherò con la prontezza di sempre.

Tornando alla problematica arretrati mi preme sottolineare che ciò che parrebbe stato detto non rispecchia la realtà delle cose. Gli arretrati 2019 e 2020 non essendo importi strutturali (ovvero ripetibili nel tempo) NON possono essere devoluti al FESI. Possono essere spalmati sui parametri e sull’importo aggiuntivo pensionabile solo per gli anni in esame oppure devoluti in una unica quota al personale. Su questo ancora l’Amministrazione Difesa non si è espressa, i Sindacati di Polizia non si sono espressi, la Funzione Pubblica non si è espressa e le Rappresentanze non si sono espresse.

Se proprio vogliamo scendere nel tecnicismo, le risorse del 28% che saranno elargite con il FESI derivano dal famoso acconto dei 210 milioni, di cui tanto ho parlato nei miei post, per gli anni 2019-2020 e 2021 e che, soltanto se la concertazione non si fosse chiusa entro il 30 giugno di ciascuno degli anni indicati, queste sarebbero state devolute al FESI. In parole povere, parliamo dell’acconto che il Governo ha stanziato al Comparto in virtù della specificità e di cui abbiamo beneficiato nell’anno 2020 e ne beneficeremo anche negli anni 2021-2022.

Questo non ha nulla a che fare con gli arretrati di quegli anni, in quanto le risorse che restano come arretrati sono AL NETTO di quelle del FESI, quindi di più!

Detto ciò, sperando di essere stato chiaro, limpido ed esaustivo come sempre, mi preoccuperei non tanto degli arretrati che, comunque vadano le cose, andranno nelle tasche dei colleghi, ma di come si intende suddividere le risorse sulla quota fissa e continuativa, oggetto di accesa discussione in queste ore.

Roma, 17 ottobre 2021

Francesco Gentile
Delegato Cocer

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

8 thoughts on “MILITARI: CHIARIMENTI SU RINNOVO CONTRATTUALE TRIENNIO 2019-2021 E SALDO FESI 2020”

  1. Arretrati contrattuali, stiamo ancora spettando la coda contrattuale del 2016-18 (sparita nel nulla), figuriamoci se ci saranno arretrati di un contratto ormai fantasma, ma di cosa stiamo parlando, il contratto 2019-21 forse per la prima volta sarà sovrapposto a un altro in scadenza e i loro fondi stanziati da oltre tre anni fa non rispecchiano nessuna specificità

  2. Buongiorno sono andato in pensione il 1 febbraio 2019 dopo 37 anni di servizio nell’arma dei carabinieri ho diritto al rinnovo contratto?

  3. Si ne hai diritto. Con i tempi previsti dell’INPS. Appena rinnovano il contratto segui la tua questione. Ma l’aumento non sarà completo in quanto in pensione ma quota mensile e più bassa per via del calcolo contributivo

  4. In pensione per vecchiaia co retributivo dal 01.05.2019 con 41 anni e 5 mesi effettivi di servizio. Avrò per intero l’aggiornamento contrattuale 2019/2021 ? Poi se nel 2022 dovessero aggiornare all’istat le pensioni avrò diritto anche a questo incremento? Grazie

  5. si hai diritto all’aggiornamento con il contratto 2019/21. e anche l’istat, che sono due cose diverse.

  6. Io sono in ausiliaria dal 01.12.2017 dopo 37 anni e due mesidi servizio effettivo, 42 anni con l’abbuono dei 5 anni, 1 su 5, avrò diritto all’aggiornamento, ed al pagamento del fesi di Dicembre?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.