Situazione epidemiologica e modalità applicative del green pass, accolta la richiesta del Sindacato SILP CGIL – UIL POLIZIA di incontrare il Ministro dell’Interno LAMORGESE

Roma, 18 ott 2021 – Per il Sindacato, “Siamo tutti consapevoli, come cittadini e come lavoratori, che al momento la vaccinazione rappresenti l’unico strumento per combattere il Covid19 e le sue varianti”. 

SEGUE COMUNICATO STAMPA

Nel pomeriggio odierno (12/10/21) si tenuta al Dipartimento della P.S. la prevista riunione tra Amministrazione e OO.SS., per far il punto sulla situazione epidemiologica da Covid19 e le modalità applicative del green pass nel comparto sicurezza, segnatamente per la Polizia di Stato.

La seduta è stata presieduta dal Capo della Polizia Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Lamberto Giannini.

L’Amministrazione ha comunicato che verrà predisposta una circolare che disciplinerà in modo uniforme le modalità applicative delle certificazioni verdi Covid19, c.d. green pass, nel rispetto delle linee guida per il pubblico impiego che verranno emanate dal Governo.

Nell’occasione abbiamo rinnovato al Capo della Polizia quanto già rappresentato, sul tema, nel corso del precedente incontro del 24 settembre, palesando criticità nell’applicazione del green pass sia sul versante del buon funzionamento dei servizi di Polizia sia sulle ricadute che si avranno per i colleghi vaccinati e non vaccinati.

Siamo tutti consapevoli, come cittadini e come lavoratori, che al momento la vaccinazione rappresenti l’unico strumento per combattere il Covid19 e le sue varianti.

Allo stesso tempo, in costanza della non obbligatorietà della vaccinazione, va garantito all’operatore di Polizia la possibilità di prestare attività lavorativa anche attraverso il green pass di breve durata rilasciato a seguito di test antigenici, senza aggravio economico.

Per evitare disservizi e disagi per il personale, abbiamo riproposto l’utilizzo di nostri uffici sanitari per test antigenici, da sommarsi a convezioni locali con presidi sanitari.

Abbiamo, ancora una volta, fatto presente che dovrà essere garantito negli uffici di Polizia il medesimo trattamento del personale in costanza di green pass (per vaccino o per test antigenico), vigilando affinché non vi siano forme di discriminazione negli impieghi.

Nel corso dellincontro il Capo della Polizia Direttore Generale della Pubblica Sicurezza ha annunciato che la richiesta, da noi avanzata, di incontro con il Ministro dellInterno è stata accolta, indicando come data il prossimo 21 ottobre, alle ore 10,00.

Sarà loccasione per un confronto nel merito delle modalità applicative del green pass per il comparto sicurezza, in ragione della specificità dell’impiego, spesso determinato da condizioni contingenti e imprevedibili, che potrebbero determinare situazioni inconcilianti tra obblighi di servizio e prescrizioni sul green pass.

Roma, 12 ottobre 2021.

LA SEGRETERIA NAZIONALE

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.