STATALI, ABITUATI BENE ALLO SMART WORKING NON VOGLIONO PIU’ TORNARE IN UFFICIO IN PRESENZA? Smart working, il 28 ottobre indetto sciopero nazionale dei dipendenti pubblici contro il rientro in ufficio deciso da Brunetta

Roma, 27 ott 2021 – GIA’ SIAMO NELL’OCCHIO DEL CICLONE DEI CITTADINI. IN PIU’ CI METTIAMO DEL NOSTRO PER FARCI NOTARE.

SEGUE ARTICOLO DI STAMPA.

La fine dello smart working non va giù ai dipendenti pubblici, che per l’intera giornata del 28 ottobre hanno organizzato uno sciopero nazionale in risposta al decreto voluto dal ministro Renato Brunetta per ripristinare il lavoro in ufficio nelle aziende statali. Una manifestazione indetta dalla neonata associazione sindacale Smart Workers Union, che ha invitato il personale amministrativo, informatico e con mansioni remotizzabili e telelavorabili a contestare la misura. Tra i lavoratori coinvolti anche quelli del comparto scuola, compresi gli insegnanti in regime di didattica a distanza. L’ARTICOLO COMPLETO CONTINUA QUI >>>

.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.