Trovato morto in Belgio il ‘Rambo’ che negava il Covid. Suicida l’ex militare di ultradestra che aveva minacciato i virologi

Roma, 20 nov 2021 – LE AUTORITA’ LO DANNO PER MORTO MA DA SUICIDA.

Segue Agenzia ANSA.
Conings aveva rubato armi dalla caserma nella quale lavorava e si era poi dato alla macchia, diramando una serie di minacce online, una in particolare contro il virologo Marc Van Ranst, uno degli esperti più ascoltati nella lotta alla pandemia in Belgio. Ha messo fine ai suoi giorni in mezzo ad una foresta del nord delle Fiandre con un colpo d’arma da fuoco, solo e braccato come il John Rambo del primo film della serie con Sylvester Stallone, il soldato belga 46enne Jurgen Conings con idee di estrema destra.

L’uomo aveva rubato delle armi militari e aveva quindi fatto perdere le sue tracce il 17 maggio scorso con il proposito dichiarato di voler compiere attentati contro le autorità politiche e sanitarie del suo Paese, colpevoli a suo dire di aver dato credito al “complotto” sul Covid-19 e proponendosi come braccio armato della vendetta negazionista. L’articolo completo lo trovi qui >>>

.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.