Il 90% delle navi operanti in prossimità della Cina sono invisibili da settimane, perchè?

Roma, 26 nov 2021 – Da tre settimane a questa parte sono  scomparsi i dati di circa il 90% delle navi mercantili operanti in prossimità della Cina, un evento bizzarro che potrebbe complicare non poco la gestione delle merci su scala internazionale.

Beijing ha di fatto smesso di trasmettere a livello internazionale buona parte delle informazioni raccolte attraverso il sistema di identificazione automatica (AIS), ovvero le informazioni ottenute via frequenze radio dalle basi costiere. Stiamo parlando di dettagli quali velocità di crociera, rotta e posizione delle navi cargo, elementi che possono perdere di precisione qualora siano evinti attraverso la sola rete satellitare.

Il Ministero degli Affari Esteri cinese ha confermato che le stazioni AIS stiano operando regolarmente, tuttavia lo State Council Information Office (SCIO) non ha rivelato il perché tali dati siano trattenuti od omessi. A fornirci qualche indizio sul cosa stia giustificando una situazione simile è la China Central Television (CCTV), emittente governativa che ha recentemente dedicato parte del suo palinsesto per discutere dei pericoli rappresentati delle fughe di informazioni marittime, a prescindere che queste siano commerciali o militari.

CONTINUA A LEGGERE LINDIPENDENTE.ONLINE>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

One thought on “Il 90% delle navi operanti in prossimità della Cina sono invisibili da settimane, perchè?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.