NEWS / TREDICESIMA MENSILITA’ E STIPENDIO DI DICEMBRE / L’IMPORTO E’ GIA’ VISIBILE SU NOIPA. E il F.E.S.I. 2020 quando sara’ pagato?

Roma, 27 nov 2021 – VISIBILE SU NOIPA L’IMPORTO DELLA TREDICESIMA MENSILITA’ E DELLO STIPENDIO DI DICEMBRE, CHE COME DI CONSUETO SARANNO PAGATI IN ANTICIPO RISPETTO ALLE ALTRE 11 MENSILITA’. L’importo di quest’anno differisce di poco da quello dell’anno scorso: dipende dagli accessori e soprattutto dalle eventuali promozioni di grado avvenute durante l’anno.

VALUTA TREDICESIMA E STIPENDIO 2021.
L’anno scorso e’ stata pagata martedi 15 dicembre. Forse anche quest’anno ricadra’ sotto la stessa data, mercoledi 15 dicembre.

PAGAMENTO SECONDA E ULTIMA RATA FESI ANNO 2020.
Manca ancora all’appello il pagamento della seconda rata del FESI anno 2020. Si tratta di circa 200 – 300 euro netti. L’annos corso e’ stato pagato il 23 dicembre. Anche quest’anno seguira’ lo stesso iter e stessa data?

ADDIZIONALI REGIONALI 2021
Con il mese di novembre si e’ concluso il pagamento delle 9 rate delle addizionali all’IRPEF Comunale e regionale per l’anno 2021. Per i mesi di dicembre, gennaio e febbraio abbiamo una pausa, prima di riprenderle da marzo. Per questi tre mesi si tratta di trovare circa 60 – 90 euro in piu’ in busta paga.

CONGUAGLIO ANNUALE 2022
Poi a febbraio 2022 ci sara’ l’appuntamento con il consueto saldo annuale dei conguagli IRPEF e previdenziali.

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

13 thoughts on “NEWS / TREDICESIMA MENSILITA’ E STIPENDIO DI DICEMBRE / L’IMPORTO E’ GIA’ VISIBILE SU NOIPA. E il F.E.S.I. 2020 quando sara’ pagato?”

  1. Le promozioni di grado non centrano una m….ad esempio rispetto al dicembre scorso a quest’anno la differenza e’ di soli 5 euro nonostante sia stato promosso a LGT. Se le differenze stipendiali apicali sono queste allora avrei preferito fare il VSP con meno responsabilita’ e il trattamento e considerazione e’ la stessa, anzi il VSP e’ piu’ rispettato in certi posti ed incarichi.
    La differenza stipendiale e’ di poche decine di euro, anzi con figli e mogli addirittura il VSP prende qualche centinaio di euro di piu’ anche con meno anni di servizio. Ad esempio con quai 32 anni di servizio effettivo il LGT arriva al massimo a 2100 il VSP con 1 figlio e moglie a carico ne prende 2200. Il team e’ sui 1950 quindi ha qualche detrazione in busta, ma sicuramente prende piu’ di un maresciallo.

  2. Non parliamo degli ufficiali che gia; da tenente prendono sui 2400 mentre da capitano 2800 ma magia da maggiore diventano dirigibili e arrivano oltre i 3400 e con un piccolo sforzo da ten. col. raggiungono i 4200 e magicamente da col. sfiorano i 5000 senza indennita’ di comando o di specialita’ ma magari con gli stessi anni di servizio del LGT se non addiruttura meno.
    Questa e’ la lotteria dei fessi e dei furbi.
    Ma alla fine lo scarico delle responsabilita’ e’ quasi all’inverso.

  3. Ai marescialli invidiosi di percepire di meno. Ma vi rendete conto che di buona uscita arrivate a prendere 85000 euro più la cassa. Un VSP avrà come buona uscita quasi la metà senza cassa. Voi da lgt arrivate a prendere 2400 euro . Datela a bere a chi non vi conosce

  4. La liquidazione di ognuno è legata allo stipendio percepito in servizio e non è un regalo. Gli ufficiali prendono il doppio perché hanno doppio stipendio. Per prendere 85000 euro bisogna lavorare più di 40 anni effettivi. La cassa comunque viene pagata dagli interessati con ritenute mensili in busta paga di circa 50 euro o 100 euro e più se ufficiali. I graduati non hanno la cassa e molti neanche la vorrebbero perché di fatto vedrebbero ridotto lo stipendio di 30 o 40 euro al mese.

  5. Spero di cuore che NON venga mai approvata la cassa per i graduati.
    La cosa ottimale da fare è crearsi una pensione integrativa.
    1 esiste la detrazione fel19% sul 730.
    2 È molto più conveniente per maturare guadagno
    3 State alla larga dai consigli che danno le nostre rappresentanze.

  6. …non c’è ragione di azzannarmi tra sottufficiali e graduati, anche perché la spesa costa alla stessa maniera per tutti e mantenere una famiglia con uno stipendio più basso è senza più difficile.
    I graduati non tolgono reddito ai sottufficiali e questi ultimi non li sottraggono ai graduati.
    Il problema reale, a mio parere e mi pare di capire anche secondo quello di tanti altri, è costituito da una rappresentanza incapace di difendere la dignità di migliaia di militari.
    Essa è talmente lontana dal concetto di dignità militare e professionale, da accettare le briciole rafferme da chi banchetta con la tavola stracolma, ringraziando anche ministri e vertici!
    Quanto ai sindacati poi, pur riconoscendo che la politica, che ha ascoltato unicamente i timori dei vertici, hanno subito l’ennesima beffa, li vedo partire col piede sbagliato, sollevando problematiche che spesso non sono quelle che davvero ci attanagliano da sempre: formazione; reale pari dignità ( attualmente una farsa enunciata soltanto nei regolamenti ma in realtà inesistente ); riconoscimento delle reali capacità professionali, anche al di fuori delle recinzioni delle nostre basi e soprattutto una remunerazione adeguata ai tempi, alle nostre professionalità e al nostro status.
    Essi invece si sono schierati spesso contro trasferimenti, che sempre a mio parere, dovrebbero essere frequenti per militari e forze dell’ordine, per tanti motivi.
    Si sono poi schierati spesso, specie ultimamente, contro le vaccinazioni e green pass, altro aspetto sul quale credo sia giusta l’obbligatorieta’, perché non bisogna dimenticare che militari e forze dell’ ordine sono al servizio del Paese e non semplici lavoratori o impiegati….insomma, hanno professato le nostre specificità, ma spesso hanno sostenuto iniziative ad esse contrastanti.
    Credo che finché ci sarà chi vota per il rinnovo di una rappresentanza incapace di voltare le spalle a chi ci tratta da lavoratori socialmente utili, non riusciremo mai a vedere riconosciute le nostre aspettative.
    Bisognerebbe tornare ad un ruolo unico, abolendo il ruolo marescialli e sergenti, suddivisione che ha creato solo ingiustizie e rancori e crearne uno che includa anche i graduati in servizio permanente, che non precluda avanzamenti di grado a nessuno, ma per meriti e formazione, non a pioggia come spesso è avvenuto.
    Immagino che mi darete del pazzo leggendo quest’ultimo concetto, ma negli eserciti seri di tutto il mondo è così che funziona.
    Ci si arruola da allievo ufficiale o da “unlisted”, cioè recluta e se se ne hanno le capacità si può rivestire il massimo grado dei sottufficiali o addirittura transitare negli ufficiali.
    In un sistema del genere verrebbero premiate le capacità personali, incarichi difficili e pericolosi e impieghi in zone calde, sempre con costante aggiornamento professionale e militare e impiego in ben più di una sede, perché le rotazioni sono una parte importante della vita militare, non siamo impiegati comunali.
    Infine bisognerebbe legare le remunerazioni di base, in forma percentuale e progressiva a quelle dei gradi apicali degli ufficiali, con incrementi aventi la stessa cadenza temporale di questi ultimi, e rivedere e differenziare opportunamente le indennità accessorie di tutti, non solo di alcune specialità, con riconoscimenti legati agli anni di esperienza in ogni singolo settore ed eventuali capacità e responsabilità istruzioni li.
    Attualmente alcuni di questi meccanismi sono applicati solo agli ufficiali, per tutti gli altri sono solo obblighi “ a gratis”.
    Ricordatevi di queste parole, quando nelle vostre basi verrete chiamati a rinnovare una “rappresentanza” incapace e inutile, caratteristiche che sono riscontrabili ( ahimè) anche nelle figure dei “ Presidenti dei sottufficiali e truppa”.
    Entrambe queste “ istruzioni” , come primo dovere avrebbe quello di battersi per la cancellazione della così detta “forfettaria” ( spreco e vergogna al tempo stesso ) e come secondo dovere quello di dimettersi definitivamente, in ogni reparto e ad ogni livello.
    Solo così si creerebbe un vuoto assordante all’ orecchio di comandanti, vertici e politici e sarebbero costretti finalmente ad ascoltarci.

  7. L’attuale cassa di previdenza non da nessun reddito mensile ma viene liquidata all’atto della pensione. Si tratta soltanto di una liquidazione. Semplificando si tratta di un piano di accumulo mensile rivalutato di poco nel tempo. Dopo tanti anni anche questi soldi sono comodi

  8. ANONIMO, fammi vedere chi prende 2400 euro da LGT che sono solo favolette con qualche CFI da forze speciali e straordinari regalati con forfettarie, In media i LGT non arrivano a 2100 euri al mese e molto piu’ probabile che qualche VSP ben collocato nei paracadutisti e con carico di famiglia arrivi anche a superare i 2400 al mese, la media dei VSP apicali normali arriva anche a superare i LGT senza carico familiare o senza indennita’ varie di specialita’ o comando. Quindi anonimo rimani della tua radio naja.

  9. Beh io graduato con grado apicale 26 anni di servizio, con 2 figlie a carico e con mia moglie che lavora non supero i 1920€….
    Parlo di stipendio base!!
    C’è qualcosa che non torna….
    O qualcuno le spara davvero grandi

  10. Concordo con FAVOLETTE DA NAJA…Potendo confermarlo personalmente col grado e qualifica apicale.
    Ma ciò non toglie che L’ INDENNITÀ DI AERONAVIGAZIONE PER TRUPPE PARACADUTISTE ed eventualmente L’ INDENNITÀ PER INCURSORI…a qualsiasi grado siano corrisposte SONO AMPIAMENTE SUDATE E MERITATE, prima di tutto tramite una dura selezione, soprattutto la seconda e di conseguenza, giustamente, appannaggio di poche migliaia di militari di ogni ordine e grado, particolarmente selezionati ed addestrati, che svolgono il loro specifico incarico in condizioni notoriamente ben più rischiose di altre specialità’.
    Le selezioni per accedere a tali particolari incarichi sono aperte a tutti, ma ragionevolmente prevedono una forte scrematura degli aspiranti, siano essi ufficiali, sottufficiali o anche soldati semplici.
    Meritano ciò che hanno faticosamente conseguito, continuando a guadagnarselo tutti i giorni.
    Non siamo tutti uguali, dobbiamo ricordarcelo, pur rispettando ogni singola specialità.
    Credo che le storture vadano cercate altrove.

  11. Naja brutalis aspetta di superare i 27 anni che prendi un bell’aumento di 150 euro e anche piu’ e vedi che ai 2100 ci arrivi e li superi. Se sei topolino aspetta di crescere e due spiccioli in piu’ magari te li danno pure. Purtroppo il grado apicale lo danno con pochi anni di servizio e dovrebbero darlo con almeno 33 anni di servizio e non prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.