Manovra, per stipendi Pubblica Amministrazione si può andare oltre tetto di 240mila euro annui lordi. Il governo pone la questione di fiducia alla Camera. LETTO IL SOLO TITOLO SEMBREREBBE UNA BELLA NOTIZIA PER I LAVORATORI NORMALI. MA NON E’ ASSOLUTAMENTE COSI’!

Roma, 29 dic 2021 – C’E’ POCO INTERESSE QUANDO SI TRATTA DI RIVEDERE GLI STIPENDI DEI LAVORATORI STATALI NORMALI, CON STIPENDI BASSI O MODESTISSIMI, MA AL CONTRARIO QUANDO SI TRATTA DI DARE PIU’ SOLDI A CHI GIA’ NE PRENDE TANTISSIMI, TUTTI AD ALTI LIVELLI SI METTONO A DISPOZIONE PER DARGLIELI! COME MAI?

Per quanto riguarda noi semplici militari che lavorano sul pezzo abbiamo saputo apprezzare la poca considerazione che hanno di noi con l’approvazione del nuovo contratto di lavoro: pochi soldi per tutti, ma altre concessioni sull’operativa agli ufficiali, i quali ricevono sempre su due canali, quello della dirigenza, ma anche con provvedimenti nati per rinnovare il contratto ai contrattualizzati.

SEGUE ARTICOLO DI STAMPA DI TGCOM24.MEDIASET.IT / 28-12-2021

Un emendamento alla Manovra, approvato in Senato, prevede che il tetto di 240mila euro per gli stipendi dei massimi vertici della Pubblica amministrazione possa essere superato. I dirigenti che da anni hanno la retribuzione ferma, vedranno aumentare lo stipendio nella stessa percentuale del resto del personale del proprio comparto. La misura è destinata ad avere effetti dal 2023 e sarà basata sui rinnovi dei contratti.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.