Docente si dà fuoco davanti alla caserma dei Carabinieri

Roma, 31 gen 2022 – Trentatreenne, cosentino, al momento è ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale dell’Annunziata di Cosenza in prognosi riservata. L’uomo ha riportato ustioni gravi su oltre il settanta per cento del corpo. Secondo quanto si apprende, il 33enne lavora in Lombardia come docente e aveva da poco fatto rientro in Calabria. Agli investigatori non risultano episodi pregressi di tipo penale né militanza in gruppi ideologici estremi. L’ipotesi, dunque, è quella di un gesto estremo ed è anche giudicata del tutto fortuita la scelta del luogo dove è stato compiuto.

La tragedia si è consumata davanti alla caserma dei carabinieri di Rende, in provincia di Cosenza. Secondo quanto emerso dalle prime testimonianze, l’uomo è sceso da una Fiat 600 gialla, con una tanica di benzina in mano, e si è avviato verso l’ingresso della caserma dove si è dato fuoco. A prestare i primi soccorsi sono stati alcuni dipendenti di un negozio di gommista. L’uomo avrebbe compiuto il gesto senza dire nulla. Lo confermano i testimoni oculari. “Una scena da film – raccontano all’AGI – una vera torcia umana, non diceva una parola e bruciava”. <<<FONTE>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

2 thoughts on “Docente si dà fuoco davanti alla caserma dei Carabinieri”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.