Il sindacato Fsp Polizia: «Siamo stanchi di piangere quotidianamente ed inascoltati morti e feriti. Siamo stanchi di queste continue aggressioni»

Roma, 5 feb 2022 – Il ragazzo stava mostrando il Green pass all’ingresso ma l’app non riusciva a leggerlo. Ha iniziato ad agitarsi. Una poliziotta è arrivata per calmarlo, per tutta risposta, il 25enne le ha tirato un pugno dritto in faccia. La agente è stata portata al pronto soccorso e non ha riportato ferite gravi mentre l’aggressore è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, danneggiamento e interruzione di pubblico servizio.

Il sindacato nazionale Fsp
«Provoca non poco sconcerto il fatto che tra i moltissimi quotidiani sacrifici che vengono chiesti alle forze dell’ordine le stesse ancor oggi non dispongano di adeguati strumenti di difesa, di seri protocolli operativi e quel che è più grave della adeguata attenzione e sensibilità da parte di chi ci governa , con la conseguenza che al di là dei consueti buoni propositi la questione sicurezza continua ad essere la cenerentola di turno – dice il coordinatore nazionale Fsp, Maurizio Ferrara –

Quanto accaduto oggi non ci coglie purtroppo impreparati poiché questa organizzazione sindacale aveva in data 27 gennaio formalmente segnalato al questore di Padova la grave carenza di personale all’interno dell’ufficio immigrazione ove nel frattempo si è consumato questo ennesimo grave episodio.

Siamo stanchi di piangere quotidianamente ed inascoltati morti e feriti. Siamo stanchi di queste continue aggressioni. Il problema sicurezza va affrontato una volta per tutte con strumenti e leggi adeguate perché chi ogni giorno subisce sulle strade nella totale indifferenza oggi purtroppo siamo noi. E questo mentre leggi troppo morbide garantiste ed inefficaci  continuano a tutelare i cattivi a discapito di chi a prezzo della propria incolumità è chiamato ogni  giorno a proteggere i cittadini da chi spadroneggia impunito sulle nostre strade». <<<FONTE>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.