Forze Armate: permesso vaccinazione, come funziona e cosa spetta

Roma, 9 feb 2022 – La legge stabilisce che l’assenza da lavoro per la somministrazione del vaccino anti Covid è giustificata e priva di decurtazione economica. Vale anche per le Forze Armate.

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge n.3 del 21 gennaio 2022 – che stabilisce le linee guida per il personale della pubblica amministrazione circa la somministrazione del vaccino anti Covid – anche il personale militare potrà godere dei medesimi benefici già garantiti alla P.A.

È quanto si legge nella nota diramata da ASPMI (Associazione Sindacale Professionisti Militari) che plaude alla decisione del legislatore, ritenendone l’esito per nulla scontato:

“Quando ASPMI fece uscire la notizia si assunse una responsabilità di fronte al personale dando per scontato l’applicazione anche al mondo con le stellette dell’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165”. Una conseguenza per nulla ovvia poiché, prosegue la nota:

“L’applicazione dell’articolo a volte va in contrasto con qualche pensiero “tecnico” di settore che stenta ad interpretare in forma estensiva i benefici derivanti dall’applicazione dell’articolo del Dlgs 165 il quale di fatto, su alcune norme, equipara il personale del pubblico impiego al personale militare.

CONTINUA A LEGGERE FORZEITALIANE.IT>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.