Adeguamento stipendiale e corresponsione arretrati inerenti il contratto di lavoro per il personale del comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico. Comunicato sindacale congiunto.

Roma, 12 mar 2022 – Ill.mo Presidente, Signori Ministri, come noto, il 23 dicembre 2021 le rappresentanze del personale e il Governo hanno siglato il contratto di lavoro per il personale del comparto difesa e sicurezza relativo al triennio 2019/2021 e nel mese scorso quello per il personale del soccorso pubblico.

Nonostante l’attesa per veder rinnovato il contratto sia stata di ben tre anni, le lungaggini inerenti il perfezionamento delle procedure contrattuali continuano a protrarsi suscitando forte malumore nel personale rappresentato.

Pur consapevoli della fisiologia dei tempi inerenti l’iter burocratico, che probabilmente ha risentito della concomitante elezione del Capo dello Stato, non giustifica un adeguamento che verosimilmente arriverà a più di sei mesi dalla sottoscrizione dell’accordo. Appare, pertanto, non accettabile per il personale di un comparto che attende da anni di veder crescere il proprio salario, una tempistica così
eccessivamente lunga.

Si chiede, pertanto, di mettere in atto tutte le azioni necessarie affinché l’adeguamento e la corresponsione di quanto previsto nel contratto, sia riguardo all’aumento economico fisso e continuativo e agli arretrati dovuti, sia alla rivalutazione delle indennità, avvenga in un termine inferiore a quello che al momento viene paradossalmente prospettato.

In attesa di un intervento risolutivo della problematica, porgono deferenti saluti.

Roma 11 marzo 2022

SIULP               SIAP        SAPPE      FNS CISL      SINAFI           SIAMO ESERCITO
F. Romano    G. Tiani    D.Capece     M. Vespia      E. Taverna            D. Delcuratolo

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

2 thoughts on “Adeguamento stipendiale e corresponsione arretrati inerenti il contratto di lavoro per il personale del comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico. Comunicato sindacale congiunto.”

  1. “”Appare, pertanto, non accettabile per il personale di un comparto che attende da anni di veder crescere il proprio salario, una tempistica così eccessivamente lunga.””
    L’ATTESA si é protratta a più di un decennio AVVALLATA da crisi economica, blocco degli stipendi, crisi bancaria, pandemia che hanno colpito solo i contrattualizzati. La crescita del proprio salario nel trascorso decennio é pari a 6-10 euro di aumento ANNUALE. Il tempo perso per la contrattazione é IRRICEVIBILE. La lungaggine per ricevere l’elemosina é VERGOGNOSA

  2. È vero Semper, il paradosso è che per ora dobbiamo anche avere gli arretrati degli arretrati (gen feb mar), ma tanto “loro” che se ne fottono “loro” la casta, prendono 15000€ al mese e figurati se pensano a noi comuni mortali, tanto non hanno problemi, hanno l’auto blu e quindi non hanno problemi di dover mettere benzina e anche se lo avessero, con 15000€ al mese sai che problemi dicasi anche per i riscaldamenti e la luce a casa se c’hai 15000€ al mese che ti preoccupi, che ti fotte, pensa se uno è monoreddIto e deve mandare avanti una famiglia e già di per se fa sacrifici, dai mettiamici la situazione attuale come ciliegina sulla torta , e vai!! Quando sto a cada per riposo (giustamente) e vedo la televisione, mi fanno venire il mal di stomaco sentirli parlare perché loro si preoccupano della situazione attuale solo perché hanno paura che il loro mondo incantato finisca, che schifo bleaààa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.