Dodici ufficiali russi si sono rifiutati di partire per Kiev e fanno causa a Putin

Roma, 10 apr 2022 – Dodici ufficiali della Guardia Nazionale di Krasnodar hanno ricevuto l’ordine di andare a combattere in Ucraina. Ma hanno detto no. Ora sono difesi dall’avvocato Mikhail Benyash, hanno impugnato il licenziamento arrivato da Mosca in risposta al rifiuto di obbedire agli ordini.

La storia l’ha raccontata per prima la rivista Meduza, uno dei pochi media indipendenti della Russia. E la motivazione illustrata non fa una grinza: quella nei confronti di Kiev non è una guerra, ma un’”operazione speciale” come l’ha definita lo stesso Vladimir Putin. Quindi gli ordini di andare in guerra non valgono. Altri 1.000 altri soldati si sono rivolti ad un legale…..

L’ ARTICOLO CONTINUA QUI>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.