ITAMIL / DIFESA: LEGGE 244/2012 ” IMPORTANTI CORRETTIVI IN MATERIA DI ARRUOLAMENTI, PROROGA DELLE RIDUZIONI ORGANICHE, AZZERAMENTO DEL PRECARIATO “NOI ABBIAMO FATTO LA NOSTRA PARTE”.

Roma, 27 apr 2022 – ITAMIL. Il 14 giugno 2021 in occasione del nostro incontro presso la sala Cosenz di Palazzo Esercito con il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito il Gen. C.A. Pietro Serino abbiamo condiviso un percorso comune con il nostro vertice militare per sostenere la rivisitazione del modello discendente dalla legge 244, la valorizzazione della specificità del personale militare, il nuovo modello di reclutamento dei volontari e la disciplina relativa alle vittime del dovere e del terrorismo. 

Dal mese di giugno in poi abbiamo avviato una ciclo d’incontri tematici a sostegno della rivitazione del modello difesa 244 e la specificità dei militari incontrando diversi parlamentari trasversalmente attraverso “la via del dialogo” a Torino ( ottobre 2021) con l’On. Augusta Montaruli, successivamente a Roma abbiamo incontrato gli onorevoli Giampiero Cannella e  Salvatore Deidda (quest’ultimo forte sostenitore della revisione del modello difesa 244), in occasione del primo congresso nazionale del Sindacato Itamil Esercito a Nola (il 18 dicembre 2021) abbiamo discusso del problema dell’invecchiamento del personale militare con gli onorevoli Paolo Russo, Giovanni Russo e il Senatore Urraro. 

Tramite l’onorevole Paolo Russo abbiamo trasmesso diverse istanze in materia di: modello difesa 244, precariato nelle forze armate, riordino delle carriere, ex 985, tutela del posto di lavoro e della salute, la specificità, la qualità della vita del personale militare ottenendo risposte dal dicastero della Difesa attraverso il Ministro On. Lorenzo Guerini e il Sottosegretario di Stato alla difesa l’On. Stefania Pucciarelli. L’ARTICOLO COMPLETO CONTINUA QUI >>>

.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.