Gli eserciti europei fanno pena, la conferma nel report: se non ci fossero gli Stati Uniti…

Roma, 17 mag 2022 – Meno male che c’è la Nato, meno male che c’è di mezzo l’Ucraina che ha mostrato tutta questa insospettabile capacità di resistenza, se no l’esercito di Putin si farebbe dell’Unione Europea un solo boccone, per quanto le sue forze armate sono messe male.

Lo ammette la stessa Commissione Europea in un rapporto che denuncia «gli effetti negativi di decenni di basse spese per la difesa».

Da cui l’esortazione a rafforzare al più presto le capacità militari, dal momento che l’aggressione russa contro l’Ucraina «ha sostanzialmente deteriorato il panorama della sicurezza nell’Unione europea». Ma chiede che ciò avvenga in maniera coordinata e chiede a Bruxelles il compito di organizzare e favorire il riarmo per garantire che le più gravi carenze degli eserciti europei siano coperte.

Nell’elenco delle carenze, stilato dal braccio esecutivo dell’Ue su richiesta del Consiglio europeo, ci sono difese aeree per proteggere le città o infrastrutture chiave da attacchi di missili, droni di sorveglianza, aerei da combattimento, carri armati, forze navali.

CONTINUA A LEGGERE liberoquotidiano.it>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.