NEWS: PUBBLICATI OGGI IN GAZZETTA UFFICIALE GLI AUMENTI STIPENDIALI… Ma ATTENZIONE, si tratta della dirigenza militare: ufficiali superiori e generali. DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 15 marzo 2022 “Adeguamento del trattamento economico del personale NON contrattualizzato” (GU Serie Generale n.120 del 24-05-2022)

Roma, 24 mag 2022-  NELL’ATTESA DELLA PUBBLICAZIONE IN G.U. DEL CONTRATTO DI LAVORO DEL PERSONALE MILITARE CONTRATTUALIZZATO, IN QUESTI ULTIMI 5 MESI NE ABBIAMO VISTI DI TUTTI I COLORI, MA SINCERAMENTE NON PROPRIO TUTTI TUTTI! I Dirigenti militari e civili, nonostante gia’ ben pagati, hanno ottenuto prima di noi (che e’ da 5 mesi che aspettiamo che esca anche per noi in G.U.) la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei loro aumenti di stipendio con decorrenza dal gennaio 2021. DETTO FATTO! (in soli due mesi: 15/3 data del DPCM – 24/5 data G.U.) E per noi “poveri e brutti” contrattualizzati? C’e’ ancora da “aspettà!” Ma aspettiamo ormai da tre anni e da altri 5 mesi per la pubblicazione in Gazzetta U.!


DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 15 marzo 2022
Adeguamento del trattamento economico del personale non contrattualizzato. (GU Serie Generale n.120 del 24-05-2022)

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Decreta:
Art. 1.

1. A decorrere dal 1° gennaio 2021, le misure degli stipendi, dell’indennità integrativa speciale e degli assegni fissi e continuativi dei docenti e dei ricercatori universitari, degli ufficiali superiori e degli ufficiali generali e ammiragli delle Forze armate e del personale con gradi e qualifiche corrispondenti dei Corpi di polizia civili e militari, in vigore alla data del 1° gennaio 2020, sono  incrementate in misura pari allo 0,91 per cento.

2. Resta fermo quanto previsto dall’art. 23-ter del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201 convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, come modificato dall’art. 13 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 giugno 2014, n. 89

Art. 2.

1. Agli oneri derivanti dall’attuazione dell’art. 1, comma 1, si provvede, a decorrere dal 2021:

a. per il personale dei Corpi di polizia dello Stato ad ordinamento civile e militare e per il personale delle Forze armate, nei limiti delle risorse all’uopo iscritte a decorrere dal medesimo anno nel Fondo da ripartire per l’attuazione dei contratti;

b. per il personale universitario a carico dei bilanci delle amministrazioni di appartenenza.

2. Il Ministro dell’economia e delle finanze è autorizzato ad apportare, con propri decreti, le necessarie variazioni di bilancio.

Il presente decreto sarà trasmesso alla Corte dei conti per la registrazione e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 15 marzo 2022

Il Presidente del Consiglio dei ministri
D RAGHI

Il Ministro per la pubblica amministrazione
BRUNETTA

Il Ministro dell’economia e delle finanze
FRANCO

Registrato alla Corte dei conti l’11 aprile 2022

Ufficio di controllo sugli atti della Presidenza del Consiglio, del Ministero della giustizia e del Ministero degli affari esteri, n. 845

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

17 thoughts on “NEWS: PUBBLICATI OGGI IN GAZZETTA UFFICIALE GLI AUMENTI STIPENDIALI… Ma ATTENZIONE, si tratta della dirigenza militare: ufficiali superiori e generali. DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 15 marzo 2022 “Adeguamento del trattamento economico del personale NON contrattualizzato” (GU Serie Generale n.120 del 24-05-2022)”

  1. E’ inaccettabile una cosa del genere……..10 anni di rinnovo del contratto bloccato.(.dal 2009 al 2019) si inizia la concertazione durata tre anni 2019 -2021 solo per accordarci …e ci liquidano con una miseria …da tutti giudicata inefficente sofferente inadeguata..qualcuno decide di firmare a dicembre 2021….siamo a fine maggio 2022 ..tutti aspettano questi pochi spiccioli che ancora non arrivano………e invece che vediamo …la classe dirigente oltre ad aver rivevuto un colossale aumento 8 (dal grado di MAGGIORE si beccano la dirigenza che in soldoni sono 1000,00 euro mensili di aumento)..viene adeguato il loro stipendio.. e prima del nostro contratto?……..we ma dico ….volete fare qualcosa Signoriiiii… e basta un po di rispetto e che ca…o.

  2. La divisione economica in uniforme, chi con aumenti programmati e chi con aumenti contrattualizzati . I primi meno bisognosi vanno serviti, i secondi possono aspettare, tanto hanno poco da guadagnare….

  3. Qui nn ci sono corte dei conti e firme varie, incontri, accordi, sigle e associazioni, ARAN, la pubblicazione scatta veloce… 😂

  4. Fate una cosa: lasciate che lavorino solo gli Ufficiali e dirigenti, non fate un cazzo e se potete metteteli nei guai facendogli firmare cazzate e che tanto loro non sanno fare niente e firmano tutto.
    Il lamentarsi sui social o blog non serve a niente, Agite sul campo e mettetevi sempre di traverso e remate contro. Ttanto i dirigenti senza il lavoro dei sottoposti non riescono a fare niente quindi FOTTETELI.

  5. Certo è un po’ vergognoso. Un detto dice: i soldi fanno soldi e i pidocchi fanno sempre pidocchi. Però questo è un governo strano: qui nessuno è solidale, forse perché non siamo le vere “risorse”..!

  6. Se rinasco faccio l’ufficiale. Tanto, sono passati secoli da quando un ministro del Re disse: Sire, la truppa ha fame, si lamenta. Bene! Rispose il Re, date più soldi ai generali…. ecco, da allora, praticamente, nulla è cambiato…

  7. TUTTO CAMBI PURCHE’ NULLA CAMBI

    la storia è sempre uguale….tra di noi facciamo le guerre, mentre loro ridono alla faccia nostra….e fanno il bello ed il cattivo tempo.

  8. A tutti coloro che manifestano la propria insoddisfazione o inquietudine, ricordo che il concorso per diventare Ufficiali è aperto a tutti. È una scelta di vita. Io ho sacrificato la mia, per onorare le mie aspirazioni… fatte di sacrifici e rinunce. Ho cambiato 7 sedi di servizio, senza battere ciglio, nel rispetto dei valori e delle istituzioni in cui credo. Spesso mettendo in secondo piano la famiglia. Non so quanti di voi sarebbero stati disposti a ciò.

  9. Non e’ un discorso serio. Uno va pagato bene nel suo ruolo. passare ufficiali non e’ per tutti. I posti sono pochi.

  10. Caro anonimo che scrivi il 30 maggio alle ore 5:00 pm: Io vi manderei per strada sotto il sole o sotto la pioggia a rilevare incidenti stradali; vi manderei negli stadi a fare ordine pubblico a prendere cazzotti in testa; vi manderei nelle sparatorie alle rapine;
    Ma voi prendete tra i tremila e i settemila euro al mese o me sbajo ? Ma in inverno state al calduccio in scrivania, vero? e in estate state al fresco sempre in ufficio o me sbajo? Noi Noooo !!! Noi stiamo per strada e prendiamo 1.700 euro …o no??

  11. Noi dobbiamo aspettareeeeeee, dobbiamo aspettareeeeee…e aspettareee e aspettaree…. adesso servono soldi all’ucrainaaaaaaa, okei ?? a loro SUBITO e pure TANTI !! noi ?? noi dovemo aspettaaaaààà.. con la gastrite erosiva che ti fanno venire okei ?? è rimasto da portare la divisa a spasso STOP !!!

  12. Allora, prima cosa l’assegno dirigenziale lo prendi da colonnello e non da maggiore, ed i colonnelli sono un numero ristrettissimo di ufficiali. Seconda cosa, l’Ufficiale fin dai suoi primi incarichi ha sulle sue spalle enormi responsabilità comprese le vite dei propri uomini. Terza cosa, chi parla a vanvara è perché non ha idea del carico di lavoro di un ufficiale, ci sono alcuni incarichi dove gli ufficiali hanno anche dirette responsabilità amministrative, per la serie se fai qualche cazzata su un collaudo ne rispondi di tasca tua, la forza armata non ti difende…anzi!!!
    Lo sapete che vi dico: che gli ufficiali delle forze armate Italiane sono estremamente sotto pagati.

  13. Per ANONIMO l’ufficiale…le responsabilità e il carico di lavoro, in genere, dovrebbero essere commisurate, di massima, al ruolo e al grado rivestito, ma soprattutto all’ incarico realmente assegnato, però da maggiore in poi, qualsiasi sia il vostro incarico, con un colpo di bacchetta magica scatta un assegno di non poche centinaia di euro mensili nette, ripeto, qualsiasi sia il vostro incarico, e non da colonnello cole Lei sostiene.
    Altro punto, trasferimenti, Lei non è il solo ad averne subiti diversi, personalmente cinque, ma altri colleghi sottufficiali e graduati anche di più, come per contro c’ è chi copre l’ intero servizio militare nella sede di prima assegnazione, questo vale per gli ufficiali,per i sottufficiali e per i graduati.
    A riguardo delle responsabilità, mi permetta di ricordarLe che a tutti i livelli, cioè in tutti i ruoli, ci sono militari di ogni grado, talvolta anche tra i meno elevati in grado, che vengono designati per assumersi responsabilità importanti e talvolta anche vitali, partendo da un capo squadra fucilieri, che e’ normalmente un graduatio od un sergente, un capocarro che può essere un sottufficiale, un comandante di motovedetta, un capo nucleo dei servizi tecnici o amministrativi, un singolo tecnico di aeromobile o di qualsiasi altro mezzo ad elevato impatto operativo, un comandante di plotone, uno di quegli omini che ogni tanto si vedono affacciarsi dagli elicotteri, responsabili in prima persona di un atterraggio tra rocce e alberi o di un intervento per soccorso in aree impervie pur non avendo il controllo manuale diretto del mezzo, piloti di aeromobili, gli aerosoccorritori, istruttori di ogni specialita’, comandanti di stazione e nuclei di polizia giudiziaria, capi pattuglia dei carabinieri e guardia di finanza…e tante altre realtà professionali con le stellette al bavero della giacchetta che fanno il proprio dovere con abnegazione e sacrifici per se stessi e per le proprie famiglie, paritetici ai vostri, trascurando anche
    almeno per coloro tra Voi che REALMENTE hanno incarichi di reale e diretta responsabilità ( e non cerchi di convincerci che ciò vale per tutti gli ufficiali, perché noi diciamo SIGNORSI’ comunque, ma abbiamo occhi per vedere pur dovendo partire da una doverosa autocritica all’ interno dei nostri rispettivi ruoli.)
    Malgrado ciò, resta il fatto che se non a tutti, ma comunque a tanti tra noi, non ci vengono risparmiate responsabilità dirette e importanti, però i nostri stipendi restano fermi al palo da decenni ormai.
    Sarebbe ingiusto e assolutamente inappropriato paragonare le responsabilità di un Colonnello comandante di un reggimento o di uno Stormo, o di un capitano di vascello ma anche di fregata comandante di unità navale a quelle di un sottufficiale o di un graduato, nessuna mente pensante degna di questa definizione potrebbe mai paragonarle e quindi mi guardo bene dal farlo anch’ io.
    La differenza tra ruoli, gradi e incarichi ricoperti è sacrosanta e va ASSOLUTAMENTE riconosciuta e rispettata.
    Tuttavia ciò che stona, ciò che umilia, è innanzitutto la differenza tra l’ automatismo dei vostri riconoscimenti economici e il dover “contrattare” per cifre ridicole, senza alcun nesso di proporzionalità e tempistica, assolutamente distaccate dalla realtà professionale, ma anche dai costi della vita reale per tutti gli altri, quasi come se fossimo un peso da portarsi irrinunciabilmente sulle spalle per poter essere, Voi ufficiali, “dirigenti” ( termine che trovo quanto mai inappropriato per dei militari, perché o si è comandanti o non si “dirige” una beata ceppa, Voglia perdonarmi il termine non proprio da gentiluomini ).
    In secondo luogo, stona il vedere che un ufficiale sia considerato un dirigente qualsiasi il suo incarico e in funzione di ciò adeguatamente remunerato, mentre per tutti gli altri lo stipendio è unicamente legato al grado, peraltro con differenze irrisorie, con la unica eccezione di alcune indennità operative accessorie che non possono essere non corrisposte altrimenti dovrebbero toglierle anche agli ufficiali che svolgono incarichi paritetici o comunque direttamente correlati, per di più anch’esse legate al grado e non all’ effettiva permanenza ( e quindi esperienza ) nello specifico incarico, perché non sia mai che un tenente o un capitano, ma anche un tenente colonnello ( faccio un esempio ) destinato per tre anni ad essere equipaggio di volo per difesa aerea su di un velivolo AWACS , senza mai essere stato tale prima, possa percepire delle indennità operative, oltre alla riconosciuta indennità per ufficiali superiori, più basse di quelle di un maresciallo che vola da trent’ anni ed è anche istruttore di specialità ( naturalmente ruolo non economicamente riconosciuto, ad esclusione degli ufficiali)!!!….e altrettanto dicasi per tutte le indennità operative accessorie di comune competenza.
    Ecco gentile Signore, questo stona, questo umilia, un evidente solco tra professionisti militari, voi ufficiali, e ciò che ormai è la considerazione e quindi la remunerazione di tutti gli altri, ormai quasi alla medesima stregua di lavoratori socialmente utili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.