ACCADDE OGGI – Il 24 maggio 1915 l’Italia entrava in guerra e il Piave mormorava / PERCHE’ LA TV NON LO RICORDA?

Roma, 24 mag 2022 – UN ARGOMENTO MESSO A TACERE? SUI GIORNALI QUALCOSA E’ USCITO, MA STASERA ALLA TV DI STATO NON SI E’ SENTITO NULLA. COME MAI?

Segue articolo sulla giornata del 24-5-1915 / Il 24 maggio del 1915 per l’Italia cominciava la tragedia della Grande guerra che costò 650 mila morti ma che fu celebrata dalla famosa “Canzone del Piave” che esaltava il coraggio e il sacrificio di tanti giovani italiani in una pagina indimenticabile della nostra storia

‘’Il Piave mormorava/ calmo e placido al passaggio/ dei primi fanti il 24 maggio/ l’esercito marciava per raggiunger la frontiera/ per far contro il nemico una barriera’’. Così inizia ‘’La canzone del Piave’’ destinata a diventare l’inno della Grande Guerra (per un breve periodo, dopo la liberazione del 1945, fu usata anche come inno nazionale, prima che venisse adottato l’inno di Mameli).

L’autore era un noto canzonettista napoletano, Giovanni Ermete Gaeta, in arte E.A. Mario, paroliere e musicista di tanti canzoni anche più recenti (morì infatti nel 1961), il quale compose quel brano nel 1918, in un raptus di patriottismo in una sola notte. Del resto, tanti altri celebri inni sono nati così. La ‘’Marsigliese’’ venne eseguita su una pianola e portata al fronte dalle truppe provenienti da Marsiglia. Oggi è una sorta di inno universale ai principi di libertà, uguaglianza e fraternità.

Il casus belli fu determinato dall’assassinio, il 28 giugno 1914, dell’Arciduca Francesco Ferdinando d’Austria, erede al trono austro-ungarico e della consorte durante una visita di Stato a Sarajevo ad opera di un giovane studente nazionalista serbo-bosniaco, Gavrilo Princip. L’ARTICOLO SEGUE SU firstonline.info , CLICCA QUI >>>

.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.