Consultabile su NOIPA l’importo stipendio di fine giugno 2022

Roma, 28 mag 2022 – MENTRE SI ATTENDE L’AUMENTO DEL CONTRATTO, NOIPA PUBBLICA L’IMPORTO DELLO STIPENDIO DI FINE MESE – GIUGNO 2022. Per chi e’ interessato a conoscere il proprio importo stipendio di fine mese, da poche ore NOIPA ha pubblicato gli importi.

Non ci sono per ora alte novita’. Se sara’ vero che il 31/5 sara’ pubblicato in G.U. l’aumento derivante dal contratto, ci sono buone speranze che per fine giugno si possa ricevere qualcosa che ci spetta.

Dagli arretrati dal 2021 all’aggiornamento del cedolino stipendio.

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

8 thoughts on “Consultabile su NOIPA l’importo stipendio di fine giugno 2022”

  1. CHI DI SPERANZA VIVE DI SPERANZA MUORE … Come siamo ridotti… A breve dopo tre anni e mezzo di scadenza dwl rinnovo contratto, prendiamo 50 euro di aumento, un traguardo impensabile se consideriamo gli anni di blocco stipendiali… MANICOMIO… GRAZIE COCER

  2. Io credo fortemente che la truppa stia perdendo quel legame di fiducia nella classe dirigente, quando in una barca pochi remano la barca va alla deriva. Le persone quando vengono “offese” nel loro orgoglio e dignità, dopo, ripristinare la fiducia e stima tra individui e molto molto difficile. Per tutto ciò che ne consegue in futuro purtroppo.

  3. Trattati peggio degli extracomunitari…senza offesa per loro…
    Schifo di Italia…VERGOGNATEVI POLITICI

  4. Dovrebbero essere su rata unica. Ma vanno suddivisi su tre diversi conteggi: 1. gli una tantum 2019, 2020 e 2021, a tassazione irpef separata piu vantaggiosa. 2. Poi gli arretrati anno 2021 (13 mensilita’), a tassazione irpef separata piu’ vantaggiosa. 3. Arretrati anno 2022 – da gennaio a giugno – a tassazione ordinaria normale.

  5. Ex dipendente comune Catania.
    Mi sono rassegnato.
    Devo avere come molti colleghi in servizio e non il contratto 2016 2018.
    Arretrati straordinari e produttività relativa a quegli anni.
    Soldi che lo stato ha inviato e non si sa che fine hanno fatto.
    Di cosa meravigliarsi oggi conviene essere disonesti e rubare perché i lestofanti la fanno Franca e lo stato non è capace di farsi restituire quanto fregato.
    Nel mio comune di residenza
    Stanno aumentando la Tari perché il 50 per cento non paga quindi viene penalizzato l’onesto.
    È inaccettabile con i mezzi informatici in possesso sentire queste assurdità.
    Io mi reputo fortunato perché sono in pensione ma molti colleghi in servizio sono in mano agli usurai.
    W l’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.