Mosca : distrutte armi italiane in un sito ucraino

Roma, 30 mag 2022 – Un’esplosione tra gli alberi inquadrata dall’alto, molto probabilmente da un drone, in una zona non precisata dell’Ucraina ma che non dovrebbe essere lontana dal fronte del Donbass.

É questo il contenuto di un video di dodici secondi diffuso, alle ore 11:56, sul canale Telegram del ministero della difesa russo. Nella didascalia un chiaro riferimento al contenuto di quanto è andato distrutto dal bombardamento delle forze di Mosca: “Ecco le riprese dalla distruzione di una postazione di tiro di obici trainati da 155 mm di produzione italiana, in dotazione all’Ucraina”. In fumo dunque sarebbero andate armi inviate dal nostro Paese.

Per i russi non ci sono dubbi: si trattava di armi occidentali e, in particolare, di armi italiane. Munizioni giunte da poco in Ucraina e trasferite, nonostante le tante difficoltà logistiche dovute ai raid di questi giorni nelle infrastrutture ferroviarie del Paese, nelle province orientali.

Lì dove cioè Kiev ha maggiormente bisogno di armi per provare ad arginare un’avanzata russa che, seppur lenta, come sottolineato dall’intelligence di Londra adesso sembra comunque costante. Le armi probabilmente, se confermata la versione di Mosca, facevano parte dell’ultimo blocco di rifornimenti militari partiti dall’Italia in direzione dei teatri di guerra ucraini.

CONTINUA A LEGGERE it.insideover.com>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.