Bologna, terrorismo: finanziava cellule jihadiste, arrestato 52enne

Roma, 01 lug 2022 – Avrebbe finanziato, con trasferimento di denaro, cellule jihadiste in Bosnia, per oltre 50mila euro, a partire dal 2014.

Con questa accusa, a Bologna un 52enne di origini bosniache è stato posto ai domiciliari con l’applicazione del dispositivo elettronico di controllo. L’indagine è stata condotta dal Ros, sotto il coordinamento dell’Antiterrorismo della procura di Bologna. L’inchiesta è nata nei primi mesi del 2020, nell’ambito delle operazioni di monitoraggio del Ros sui circuiti radicali di origine jihadista.

Il 52enne, regolare sul territorio italiano, è un artigiano titolare di una impresa individuale del settore edile. L’uomo è caratterizzato, stando alle indagini, da un “profilo ideologico-confessionale aderente a una visione radicale estremista dell’Islam”. <<<FONTE>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.