Statali, manca un dipendente su tre: Stato a corto di personale. PA sotto di 900mila unità

Roma, 19 lug 2022 –  Provateci voi. Ernesto Maria Ruffini, direttore dell’Agenzia delle Entrate non ci è andato liscio. La sfida è questa: far funzionare una qualsiasi azienda privata con poco più della metà del personale necessario. In quanti ci riuscirebbero? Pochi. Eppure la situazione in cui si trova ad operare, ormai da anni, il Fisco italiano è questa. La pianta organica prevede che ci siano 44 mila dipendenti impegnati a scovare gli evasori e a fare tutto il resto del lavoro.

La realtà dei fatti che a timbrare il cartellino ogni mattina ci sono solo 29 mila persone. I quindicimila che mancano sono caduti sotto la mannaia decennale della spending review. «È come scegliere allegramente di segare il ramo sul quale siamo seduti», ha commentato sarcastico Ruffini. Il caso del Fisco non è un caso isolato. E per rendersene conto, basta avere la pazienza di sfogliare i Piao, i piani integrati delle amministrazioni voluti dal ministro della Funzione Pubblica Renato Brunetta. 

In quasi tutti quelli pubblicati la “carenza” media degli organici è del 30 per cento. A voler fare un conto della serva, siccome la Pubblica amministrazione ha poco più di 3 milioni di dipendenti, significa che ne mancano tra 900 mila e un milione. Un conto che però è probabile non sia lontano dal vero.

Qualche tempo fa, ascoltato in audizione in Parlamento, Brunetta aveva spiegato che alla fine di questo decennio lui vedeva una Pubblica amministrazione più vicina ai 4 milioni di dipendenti che ai tre. Un milione in più, appunto.

CONTINUA A LEGGERE>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.