David Tobini, il parà morto in Afghanistan. Il giudice archivia l’inchiesta. La mamma: «Anni di depistaggi, non mi fermo»

Roma, 5 ago 2022 – Caso archiviato. La morte del caporalmaggiore David Tobini, il parà della Folgore morto ad appena 28 anni il 25 luglio del 2011, a Bala Mourghab, la parte più impervia dell’Afghanistan, resta senza colpevoli. Anche se adesso c’è un primo punto fermo. Anzi, più di un punto fermo.

A metterlo è la Gip del Tribunale di Roma, Roberta Conforti, che parla, mettendolo nero su bianco, di «contraddizioni». Ma anche di «dichiarazioni smentite» di un commilitone. E, per la prima volta, spiega che il soldato che, al momento dell’uccisione di David Tobini si trovava nelle vicinanza, potrebbe non avere detto la verità. Ma nonostante ciò, il commilitone di David, non verrà iscritto nel registro degli indagati.

CONTINUA A LEGGERE ILMESSAGGERO.IT>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.