ERA ORA CHE LE NOSTRE FORZE ARMATE AGGIORNINO GLI ARMAMENTI E LA TECNOLOGIA. Ma solo questo puo’ funzionare con del personale vecchio, demotivato e mal pagato?

Roma, 11 set 2022 – Se vuoi stare al passo con gli altri Paesi sviluppati devi investire, devi aggiornare il parco armamenti e tecnologie. Giusto per rimanere al passo con gli altri e non avere solo ferri arrugginiti negli arsenali e nei magazzini. Anche se tutto questo puo’ rimanere soltanto “fumo negli occhi,” perche’ puoi avere tutto ma se gli organici non sono adeguati,  se il personale è  troppo anziano e vecchio, se il personale non è abbastanza qualificato e addestrato e soprattutto mal pagato, il rinnovo serve a poco.

Quindi oltre agli armamenti e tecnologie e arsenali pieni servono incentivi economici abbinati alla possibilita’ di lasciare il servizio ad una eta’ media (40 anni) con pensione e liquidazione fin qui maturata e con la possibilita’ di lavorare altrove (come previsto per i militari americani) e prevedere anche ulteriori benefici pensionistici per chi se ne va con oltre 40 anni di servizio effettivo. E per chi muore in servizio prevedere adeguati benefici economici e protezioni sociali per la famiglia.

E della liquidazione del TFS ne vogliamo parlare? Trattati come sudditi muti e zitti: il TFS/liquidazione te lo prendi dopo 2 o tre anni da quando sarai gia’ in pensione, ma se lavori fino a 60 anni te la diamo dopo un anno dalla pensione. E’ questo il trattamento che merita un militare dopo 40 anni di servizio?

Segue articolo di giornale sulla nuova spesa militare Italiana.

Milex, l’osservatorio sulle spese militari italiane, la definisce senza mezzi termini una “corsa al riarmo a Camere sciolte”. Le spese militari, e soprattutto i fondi destinati all’acquisizione di nuovi sistemi d’arma, “non subiscono battuta d’arresto con la crisi di governo”.

Secondo l’osservatorio, dallo scioglimento delle Camere avvenuto lo scorso 21 luglio il ministro della difesa Lorenzo Guerini ha sottoposto all’esame del Parlamento più di venti programmi di riarmo, per un investimento totale pluriennale per le prime fasi confermate che supera i 12,5 miliardi di euro. L’ARTICOLO COMPLETO CONTINUA QUI >>>

.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

3 thoughts on “ERA ORA CHE LE NOSTRE FORZE ARMATE AGGIORNINO GLI ARMAMENTI E LA TECNOLOGIA. Ma solo questo puo’ funzionare con del personale vecchio, demotivato e mal pagato?”

  1. Se la differenza di stipendio nel grado sono pochi parametri, cioè a 7, 50 euro netti a parametro, quindi tra un grado e l’altro 36 euro di differenza. Tra un apicale Graduato e un apicale Maresciallo due centinaia di euro circa, anche a causa della diversa tassazione. Mentre chi ha la paga indicizzata ogni anno si parla di almeno 1000 euro di differenza, e mi dono tenuto basso. Come gli eserciti europei. 😂

  2. Per la mia amministrazione incarico di comando navale da sottufficiale, , con responsabilità di ogni genere rispetto ad un altro collega apicale 150 euro scarse di differenza e se fa qualche servizio di vigilanza, ecc mi supera anche . Nessuna invidia per carità nel senso ci mancherebbe che il collega, ha famiglia, non guadagni, ma ovviamente le motivazioni quali sono essere chiamato comandante???? E le spese di famiglia come le pago con il titolo? Amara riflessione nulla più un saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.