IL CAPORAL MAGGIORE SCELTO DELL’ESERCITO DANIELE PAGANO CI LASCIA A SOLI 41 ANNI VINTO DALLA MALATTIA

Roma, 27 lug 2021 – È mancato, vinto dalla malattia, il 41enne Daniele Pagano: era caporale maggiore scelto alla caserma “Lancieri di Novara” di Codroipo e da alcuni anni risiedeva nel comune di Cordovado con la sua famiglia.

Originario della provincia di Taranto, da oltre vent’anni aveva intrapreso la carriera militare prima di stanza a Casarsa della Delizia e, successivamente, a Codroipo dove era molto apprezzato e benvoluto da tanti amici e commilitoni.

A Cordovado era circondato da amici e conoscenti che ne apprezzavano le qualità di persona aperta e disponibile verso tutti, poi dopo la diagnosi, aveva affrontato la malattia con grande forza.  Lascia nel dolore la moglie e due figli (FONTE>>>>>).

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

5 thoughts on “IL CAPORAL MAGGIORE SCELTO DELL’ESERCITO DANIELE PAGANO CI LASCIA A SOLI 41 ANNI VINTO DALLA MALATTIA”

  1. Povero ragazzo….condoglianze ai suoi Cari e che non ci si scordi della sua Famiglia…soprattutto dei figli…e che riposi in pace….buon viaggio Soldato.🪖🕯😪

  2. RIP….il suo commento è vergognoso…si parla della morte prematura di un nostro commilitone…di un giovane uomo e padre di famiglia…di una moglie e di bambini che non potranno più abbracciarlo e sentirne l amorevole calore umano…cosa c’ entrano i gradi??!…la democrazia e la libertà d espressione sono certamente una gran cosa…ma hanno il risvolto negativo di lasciar spazio anche alla stupidità e aridità dell animo….al team dico…sono queste le cose che dovreste censurare!🤮😓

  3. PROTAGONISTI SEMPRE…la morte prematura di un commilitone…di qualsiasi ordine e grado…è una ferita che riguarda tutti…non solo presunti “ leoni da tastiera” che davanti al dolore di una così grave perdita hanno l’ “intelligenza” di fare considerazioni circa i gradi indossati al momento della morte di un giovane uomo e padre di famiglia, ancor prima dell essere un Soldato, elemento quest’ ultimo, che dovrebbe suscitare commozione e spirito di comunanza e appartenenza anziché una sorta di “ scheda valutativa”….che tristezza.

  4. La scheda valutativa gli serve altrimenti non ricevera’ la pensione la vedova (se coniugata legalmente, altrimenti niente).
    Sono documenti burocratici fondamentali, purtroppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.