NON SEI VACCINATO? NIENTE MENSA DI SERVIZIO, PAROLA DEL GOVERNO. Alcune amministrazioni hanno già emanato disposizioni in tal senso. SEGUIREMO L’ANDAMENTO PER I NON VACCINATI NELLE FF.AA..

Roma, 15 ago 2021 – E’ QUESTA LA PRECISAZIONE DEL GOVERNO SULL’ACCESSO NELLE MENSE DI SERVIZIO. Green pass obbligatorio. E per chi non lo ha? Niente paura, in accordo con la ditta che fornisce i pasti sarà svolto un servizio parallelo di take away, come sembra che sia già in funzione per i poliziotti penitenziari.

QUINDI NESSUNO SCONTO PER NESSUNO.

Una separazione netta tra vaccinati e non vaccinati. MA LE SORPRESE PER I NON VACCINATI FINISCONO QUI O PIÙ AVANTI CI SI POTRÀ SPINGERE VERSO LA SOSPENSIONE DAL SERVIZIO GOME GIÀ’ PREVISTA PER SANITARI E PROFESSORI?

QUESTA CHE SEGUE E’ LA RISPOSTA DATA AD UN QUESITO DA PALAZZO CHIGI, SEDE DEL GOVERNO.

“Per la consumazione al tavolo al chiuso – è spiegato – i lavoratori possono accedere nella mensa aziendale o nei locali adibiti solo se muniti di certificazione verde. A tal fine, i gestori sono tenuti a verificare le certificazioni con le modalità indicate dal dpcm del 17 giugno”

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

3 thoughts on “NON SEI VACCINATO? NIENTE MENSA DI SERVIZIO, PAROLA DEL GOVERNO. Alcune amministrazioni hanno già emanato disposizioni in tal senso. SEGUIREMO L’ANDAMENTO PER I NON VACCINATI NELLE FF.AA..”

  1. Premetto che sono vaccinato con doppia dose di pfizer, ma per solidarieta’ nei confronti dei colleghi non vaccinati, del quale non mi frega un c….o che non sono vaccinati, per scelta loro o magari sono ancora in attesa di essere chiamati, be, sapete che c’è, siamo stufi di questi qualunquismi all’italiana, del comportamento “ossequioso” a “pecorina maniera” di chi deve mettere in faccia la realtà di come funzionano le cose e non lo fa perché pensano prima alla carriera e dopo al personale, esempio pratico: mensa di servizio, se non sbaglio è regolata dal regolamento di disciplina militare, quindi fatemi capire, se rifiuto palesemente di mangiare potrei essere soggetto a mancanza disciplinare giusto? Se voglio mangiare devo avere il green pass?? e mi sarà dato il sacchetto? Con che cosa, con la rosettIna? Con il piatto di riso freddo schifoso? E la bustina di affettato?? ci siamo già passati durante il look down , e per la ditta ip ip hurra chissa chi a firmato dietro le fatture la buona esecuzione, il sacchetto ve lo mangiate voi papponi marpioni politici, a no scusate voi siete la casta, voi mangiate con 10 euro l”aragosta tanto la differenza la mette il popolo italiano, se no portatelo alla Caritas, a parte che lè ditte devono fare ciò per cui sono state profumatamente pagate e cioè fornire il pranzo completo con primo secondo contorno e frutta quindi nell’eventuale sacchetto ci deve stare quanto sopra riportato, detto questo vorrei che qualcuno rispondesse a questa domanda, a bordo delle navi militari dove il Comandante ordina (come da direttive emanate da Comandi Superiori) che il personale deve rimanere a bordo e non può scendere a terra, giustamene per pericolo di contagio, come funzona con il green pass?????? Qualcuno se lo è chiesto o lo ha fatto presente?? sono molto scettico, tanto ricordate una cosa la disfatta di Caporetto è stata tutta colpa dei soldati che non hanno tenuto il fronte, e non di chi a programmato, diretto o emanato ordini, se comunque è stato deciso così bisogna attenersi alla legge, perché si è fatto un giuramento, ma la stessa cosa vale anche per gli altri anche per la casta!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. AZIENDALI non e’ mensa militare obbligatoria di servizio, Quindi o sono chiari specificando MENSA MILITARE OBBLIGATORIA DI SERVIZIO oppure non devono lasciare libera interpretazione al primo dirigente militare senza arte ne parte. Le aziende sono cose per civili e non sono cose militari.

  3. Sono vaccinato con due dosi, ho firmato per essere vaccinato o meglio per essere messo a conoscenza degli aspetti negativi che il vaccino può provocare nel breve periodo, poi essendo sperimentale non si conoscono gli aspetti negativi o positivi nel lungo periodo, ma si sa che chi é vaccinato se viene infettato difficilmente potrà essere ospedalizzato o morire. La maggioranza del popolo italiano si sta vaccinando ma non é sufficiente perché la variante Delta corre più veloce dei vaccini e se i no vax non si vaccineranno, gli esperti prevedono che quanto prima non si raggiungerà la famosa immunità di gregge e praticamente tutto va a farsi benedire e gli infettati raggiungeranno cifre altissime con danni attualmente sconosciuti. Ora tra mense o non mense, fra green pass o no, secondo me si sta solo creando solo una grossa confusione mettendo uno contro l’altro (vaccinato contro no vax) Non va bene. Il nostro Governo si dovrebbe assumersi tutte le sue responsabilità e emettere disposizioni di legge che tutelano la salute della collettività del popolo italiano mediati i vaccini e assumendosi contemporaneamente le conseguenze, almeno nel breve periodo, dei danni fisici che possono insorgere, poi incrementare con tutte i mezzi a disposizione la cura territoriale domiciliare perché gli ospedali sono stati i primi luoghi di contagio e di morte. Il tutto in attesa e sperando che si trovino medicinali per la cura alternativa al vaccino. Quindi, eliminare tutte le restrizione del caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.