SIAMO ESERCITO: SUPER GREEN PASS INACCETTABILE

Roma 18.09.2021 SIAMO – ESERCITO – “L’Italia è una Repubblica Democratica fondata sul lavoro”: è il primo articolo della Costituzione sul quale ha giurato il personale dei comparti di difesa e sicurezza, Esercito Italiano compreso. Tuttavia, a seguito della pubblicazione del decreto che estende il Green Pass a tutta la pubblica amministrazione, è proprio il personale militare a porsi dei dubbi sulla coerenza delle misure che entreranno in vigore il 15 ottobre prossimo. Lo stesso personale che già effettua regolarmente richiami vaccinali obbligatori al fine di ottenere l’idoneità al servizio militare e che non ci sta ad essere etichettato come “no-vax”.

“Non accettiamo in nessun modo l’appellativo di “no-vax” e siamo pronti a querelare chiunque si permetta di fare questa associazione con il personale militare o quello appartenente a questo sindacato”, fa sapere il direttivo nazionale di S.I.A.M.O. Esercito, il Sindacato Militare Autonomo Organizzato Esercito che rappresenta personale in divisa di tutte le caserme d’Italia. “I militari italiani sono gli unici lavoratori che ad oggi possono mostrare un libretto vaccinale sempre aggiornato e che ad ogni scadenza si preoccupa di effettuare i richiami.”

Ma nelle pieghe di questo testo si nasconde un obbligo vaccinale di cui il Governo non vuole assumersi la responsabilità: per questo il sindacato è fermamente contrario all’ennesima norma liberticida che impone una ratio inaccettabile. Una ratio tanto inaccettabile quanto aggravata da dichiarazioni esplicite nientemeno che del Ministro della Pubblica Amministrazione che, intervenendo a Linkontro NielsenIQ 2021, ha dichiarato: “Bisogna aumentare agli opportunisti il costo della non vaccinazione. Aumentando il costo si riduce lo zoccolo dei non vaccinati e si riduce la circolazione del virus. Il Green Pass ha l’obiettivo di schiacciare gli opportunisti ai minimi livelli di non influenza sulla velocità di circolazione del virus. Ci stiamo arrivando”.

Parole irricevibili, che pongono tutta la responsabilità di una scelta infausta sul lavoratore che sì, può “liberamente scegliere” di non vaccinarsi, ma che in questo caso è costretto a pagare uno scotto altissimo. “La contraddizione sta nel fatto – prosegue il Sindacato – che o ci si vaccina gratuitamente o si priva la propria famiglia di 200 euro al mese per lavoratore (tanto ammonta il costo dei tamponi 3 volte a settimana), arrivando fino a privarsi dello stipendio con la falsa illusione di mantenere il proprio posto di lavoro a fronte di una sospensione senza emolumenti che risulterà inevitabilmente insostenibile da qualunque lavoratore italiano medio”. E allora, se l’obiettivo rimane salvaguardare la salute delle persone lasciando possibilità di scelta, ogni scelta deve essere salvaguardata senza alcuna discriminazione come richiesto dal trattato europeo in merito.

“Diversamente non potremo accettare che il diritto al lavoro sia pregiudicato in questo modo selvaggio e agiremo con ogni forma di protesta, ricorsi inclusi, che la legge ci consentirà. Siamo certi che i colleghi ricorderanno in cabina elettorale il costo che ogni lavoratore dovrà accollare alla propria famiglia per poter lavorare.”

IL DIRETTIVO NAZIONALE
S.I.A.M.O. Esercito

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

39 thoughts on “SIAMO ESERCITO: SUPER GREEN PASS INACCETTABILE”

  1. Ci ricorderemo eccome! Prima o poi dovremo pur tornare alle urne e una volta usciti da queste, giocoforza dovremo ricordarci anche di quei colleghi che, per opportunismo, pervicacia o semplice ipocondriaco egoismo, ci avevano voltato le spalle nel momento in cui si richiedeva solo solidarietà! Quando questo castello di protervia cadrà, si…ci ricorderemo di tutto e tutti!

  2. Per serpe. Non si capisce perché un collega che si è vaccinato dovrebbe difendere la tua posizione di non vax. Siete egoisti e volete raccogliere i frutti della risoluzione grazie ai vaccinati?

  3. Quindi si a tutti i vaccini per andare in missione no a quello per il covid perché potrebbe nuocere alla salute, perché ci viene “imposto” e soprattutto non mi incrementa il reddito.

  4. Vedo che le forze armate hanno perso tutto il bello che faceva amalgama…
    Tutti per conto proprio…..è proprio vero il detto :
    Dai l’esempio….ma non ho mai capito da chi dovevo apprenderlo !!!

  5. Il sindacato che si preoccupa di queste stronzate invece di preoccuparsi degli atavici problemi delle nostre organizzazioni

  6. Per qualcuno che sostiene i vaccini all’estero si e questo no. Il motivo è semplice aldilà dell’aspetto economico, questo è un vaccino sperimentale gli altri no poi fai un esame in campo oscuro prima e dopo il vaccino covid vedi il sangue come ti diventa. Ad ogni modo la libertà individuale ognuno sceglie cosa più opportuno fare per sé. Io questo non lo faccio, e se mi obblighi non ti firmo nessuna liberatoria per eventuali problemi di salute in futuro. Un saluto

  7. bla bla bla e non avete spiegato perché non vi volete vaccinare, che sarebbe la chiave del problema…

  8. paolo, e come ti diventa il sangue???? anzi, come è diventato a centinaia di milioni di persone che si sono vaccinate?

  9. Ormai sappiamo che anche i vaccinati contagiano io consiglio tamponi per tutti, è l’unica soluzione per uscirne.

  10. Grazie!
    Se il Governo vuole tutti vaccinati, ponga obbligo, come prevede art. 32 della Costituzione su cui avete giurato.
    Spero che la vostra sia una posizione forte e convinta, perché un Governo che
    – si fa forte sui deboli (coloro che cederanno all’obbligo mascherato per motivi economici) violando l’obbligo di legge richiamato nell’art. 32 Cost.,
    – anziché rimuovere gli ostacoli al lavoro ne pone, violando art. 4 Cost., è uno Governo che tradisce la Repubblica.
    Ricordate il vostro giuramento.
    La situazione è seria.

  11. Vedo che purtroppo continuate a trastullarvi co sta storia vaccino si …vaccino no…mentre ci stanno preparando un bel piattino per andare a chiedere le offerte fuori dalla chiesa…perché a questo equivale il nuovo ”contratto”.
    Fatevene una ragione, l’obbligo di fatto c’è, o hai il green pass o non ti puoi presentare in servizio.
    Cautelativamente ci si può fare delle analisi e indagare su particolari fattori d’ allarme eventualmente presenti nel sangue, dopodiché in assenza di essi si può stare tranquilli…se pensate che i vaccini che ci propinano regolarmente siano privi di controindicazioni siete dei buontemponi, in particolare riguardo a quelli che rifilano a noi militari, credete forse che li facciano anche ai bambini e alla gente comune?? 😄😄😄….se non volete vaccinarvi , liberi di compiere questa scelta, ma poi siate coerenti, l’ obbligo di fatto c’è, perché la ragionevolezza purtroppo non è bastata, restate a casa e non asfaltateci più le ghiandole riproduttive…assumetevi le vostre responsabilità in base alle vostre convinzioni, intanto i pro vax da parte loro lo hanno fatto, cercando di abbassare il più possibile rischi collaterali, ma principalmente nella speranza di dare un colpo drastico ai contagi con esiti drammatici…anche nel vostro interesse.

  12. CON LE STESSE REGOLE DEL PASS POSSIAMO ABBATTERE LA CRIMINALITÀ!

    Se leggerete questo post fino in fondo vi prometto che in soli 2 minuti proverò a spiegarvi come.

    Vi invito a seguirmi in questo ragionamento come un “collega di vita” e non come tifoso di uno schieramento specifico

    “Buona parte dei magistrati impegnati nella lotta alla criminalità, afferma con decisione che le organizzazioni criminali riescono a guadagnare somme di denaro enormi grazie al traffico di dr0ga.

    Specificatamente la c0caina e l’er0ina rappresentano il “core business” ideale per l’espansione delle maggiori organizzazioni criminali e terroristiche del mondo.

    Dal punto di vista economico queste enormi quantità di denaro vengono spesso reinvestite nell’economia reale, andando a creare squilibri importanti non solo in termini di concorrenza sleale ma contribuendo anche alla corruzione sistematica di tutta la struttura portante di un intero stato.

    Dal punto di vista sociale invece, questo tipo di commercio, alimenta:
    malattie di ogni genere, omicidi, rapine, furti, estorsioni, incidenti stradali, violenza domestica, pubblico degrado, giovani vite e famiglie distrutte etc.
    Queste conseguenze oltre ad essere terribili dal punto di vista umano, rappresentano un costo enorme per la nostra società, costo che paghiamo a caro prezzo tutti noi.

    A questo punto, considerate le misure di sicurezza adottate in questi mesi per il bene pubblico, suggerirei alcune soluzioni che potrebbero essere le seguenti:

    Vuoi entrare in discoteca? Fammi vedere il D.r.u.g. test!
    Vuoi andare al ristorante?
    Devi prendere il treno, aereo, nave…?
    Devi mettere piede in un ufficio pubblico?
    Devi andare a scuola?
    Devi andare a lavorare?
    Vuoi i sussidi o il reddito sociale?
    Devi farti curare?
    Insomma, come per il pass, in questi casi,
    FAMMI VEDERE IL TUO D.r.u.g. TEST!

    Nel giro di poco tempo, con questo tipo di misure, il consumo di queste sostanze verrebbe ridotto drasticamente e potremmo essere in grado di salvare milioni di vite all’anno infliggendo un colpo letale a tutte le organizzazioni criminali del pianeta, regalandoci finalmente una società più sicura.

    Considerata la permanenza di determinate sostanze nel nostro organismo non sarebbe nemmeno necessario fare un test ogni 48 ore.

    Concludo con due domande:

    – Secondo voi potrebbe essere possibile?
    – Se lo fosse, perché queste misure di sicurezza non sono state adottate prima?”

  13. Per Zenigata se lei ha studiato medicina come me ho cmq ha un’ infarinata di ciò che parlo , altrimenti è tempo perso, senza offesa. Io ho studiato diversi anni medicina poi per motivi personali non ho finito, tuttavia trovi cosa vuol dire e a cosa serve un esame ematico in campo oscuro e forse capirà di ciò che parlo. Il motivo perché non lo faccio è semplice è un vaccino sperimentale non definito quindi lo ritengo inutile o quasi.

  14. Forse non avete capito, che alle urne non ci andremo più e semmai ci faranno tornare a votare, il danno provocato dal siero genico sarà irrecuperabile. Non ė più il tempo di parlare, non ė più il tempo aggirare l’ostacolo. Questa macchina infernale, che vuole resettare tutti, si fermerà solo se Voi, che avete giurato sulla Costituzione, la smetterete di difendere l’indifendibile schierandovi fisicamente al fianco dei vostri fratelli e delle vostre sorelle, nelle proteste. La Rivoluzione i francesi, contro il tiranno, non l’hanno vinta con gli slogan.

  15. Un vaccino sperimentale inoculato a milioni di persone ma oramai a miliardi, è un crimine molto simile a quelli di hitleriana memoria. Questo (vaccino) non lo si può definire tale perché non lo è. Mi auguro che le forze armate siano dalla parte del popolo e non di loro. Ribellatevi, non possono fare niente se voi siete uniti. Ultima riflessione. Quanti sono i morti dopo la vaccinazione? Nessuno lo dice chiaramente, ma oramai abbiamo superato e di molto migliaia e migliaia, parlo a livello europeo. Come la farsa dei sessanta camion di bergamo, dove dentro non c’erano 5/6/10 bare, ma forse una. Ma se oramai centinaia di medici hanno forti dubbi e ci hanno messo la facia, vorrà dire qualcosa? Oppure sono tutti impazziti? Parlo dati alla mano perché mia moglie è uno stimato medico e …chi vuol capire capisca.

  16. Un vaccinato (oggi anche un lavoratore forzato per legge), per me non potrebbe lavorare o trascorrere del tempo in ambienti chiusi con un non vaccinato, in tal senso il legislatore impone il vaccino – non obbligatorio – ma attraverso il green pass, al fine di tutelare giustamente un diritto lavorativo, economico, sociale (sicuramente incostituzionale, ma non nel merito) per la sola impraticabilità di disporre la vaccinazione per tutti. In tale ottica, il governo dovrebbe imporre il vaccino a chiunque e assumersi le sue responsabilità per gli effetti collaterali o indesiderati, salvaguardando le categorie protette (bambini e malati non vaccinabili). Vogliono fare un referendum, secondo il mio parere, non ha senso perché vuoi o no, il vaccino oggi é considerato un interesse atto a salvaguardare la libertà collettività, la tutela sanitaria ed economica nazionale. Però, l’attuale volontà del legislatore a non imporre il trattamento per tutti, crea una gravissima disparità di trattamento fra la popolazione. Quindi – per me se si vuole ricorrere contro l’obbligo del vaccino sotto le mentite spoglie, l’unica tesi è “l’omessa obbligatorietà del vaccino per tutti”, la sola strada giusta perseguibile contro il governo. Tra l’altro, il potere non è in mano solo a politici ma di riflesso anche a capitalisti tipo big Pharma e altri a cui, purtroppo, non possiamo farne a meno di subirne le conseguenze buone o cattive. L’alternativa No Vax o Referendum non serve, basta lottare per la disparità di trattamento venutasi a creare, forse per ottenere solo così si potrebbe avere la sospensione del green pass.

  17. …mi avete convinto!…sono d’accordo con SIMONE e MAURIZIO…non può che essere un ENORME COMPLOTTO INTERNAZIONALE!…dietro ci saranno sicuramente organizzazioni come IL GRANDE ORIENTE, oppure le famose SETTE SORELLE…o ancora GLADIO e una parte deviata e occulta della NATO per un nuovo ordine mondiale!
    Anzi…ma perché limitarsi a fatti esclusivamente terrestri??…sarà tutta opera degli scienziati e dei loro piani segreti dell’ AREA 51…naturalmente sotto il controllo degli ALIENI CHE GRAZIE A QUESTO VACCINO INFAME CONQUISTERANNO LA TERRA!….fatevi visitare, ma da uno davvero bravo bravo…perché il vostro problema non è esattamente il COVID 19 😏😄😄😄

  18. A tutti quelli convinti che il vaccino li salverà. Non avete capito un tubo! Guardatevi il documentario “Covid, le cure proibite” di Massimo Mazzocchi, e aprite gli occhi!” Tutte le cure boicottate sino ad adesso, perché un vaccino sperimentale può essere somministarto in massa solo in MANCANZA DELLE CURE!” Il green pass serve solo per obbligare le persone a cedere, assumendosi oltretutto la responsabilità col consenso informato! Non ho mai visto nulla di simile, nemmeno nei peggiori film horror! Ci saranno altri richiami, e chi non morirà subito, subirà a lungo andare danni gravissimi, la proteina spike è una TOSSINA! Vi fate inganare, è proprio vero: è più facile ingannare la gente, che convincerla di essere stata ingannata. Il covid si cura, di certo non con tachipirina e vigile attesa. Aprite gli occhi! E spero che almeno gli uomini di legge, che dovrebbero aiutare il popolo, ci salvi, perché qui ormai siamo messi davvero male.

  19. Per MARIA…mi raccomando…fai abbondante scorta di TACHIPIRINA…prima che si inizi a venderla di contrabbando…ed evita di guardare film horror…viva il popolo…viva la rivoluzione!!!😂😂😂😂😂

  20. Per nessuno. La tachipirina te la lascio tutta volentieri, mi raccomando, fatti anche la terza e la quarta dose, corri appena le multinazionali farmaceutiche tirano fuori altri vaccini sperimentali, fatteli tutti eh! Ma sappi che durerai poco, anche se dubito che qualcuno ti rimpiangerà. Abbia almeno la compiacenza di mettere il tuo nome, anche se effettivamente, vali proprio quanto lo pseudonimo che ti sei scelto. La stupidità umana mi lascia sempre più basita…

  21. I vaccinati possono prendere e trasmettere il virus come un non vaccinato, in più rischiano di tirare le cuoia per gli effetti avversi del miracoloso siero genico, per una malattia curabile a casa e che fa lo 0,6% di mortalità mah io due domandine me le farei

  22. Per MARIA…il mio pseudonimo vale quanto il tuo nome che non è seguito da Cognome, indirizzo , telefono, codice fiscale e quant’altro…se fossi realmente intelligente e avanti come sostieni di essere, dovresti sapere che ai militari e a tutti coloro che indossano un’ uniforme dello Stato, la legge non permette di pubblicare pensieri ed opinioni personali qualificandosi in “chiaro”…per la legge è reato.
    Ne deduco quindi, che hai poca preparazione in merito, qualora indossi anche tu un’ uniforme, oppure semplicemente ignori questo fondamentale aspetto, per il quale, io come tanti in questo sito, siamo COSTRETTI a ricorrere a pseudonimi.
    In merito al vaccino, quando sarà il momento farò anche la terza dose, se necessario, perché ci ho ragionato su e ho scelto di combattere un pericolo immediato per me e per tutti, nei quali “ tutti” sono compresi anche quelli come te , che ipotizzano teorie complottiste, ma poi non giungono, a mio parere, a soluzioni alternative realmente praticabili.
    Ritengo, dopo aver cercato di documentarmi il più possibile, che questa epidemia sia, basandomi sul parere scientifico della stragrande maggioranza degli scienziati del mondo, non del mio quartiere o “ influencers” dei social o siti “terrapiattisti”, che il COVID 19 sia realmente un’ emergenza sanitaria mondiale.
    Nella parte del mondo in cui i vaccini vengono diffusi, certo, continuano anche i decessi ma in percentuali basse, benché anche una singola perdita umana costituisca un dramma incolmabile.
    Altrove, nella parte povera del mondo, ove i vaccini non giungono, perché i paesi ricchi li hanno quasi monopolizzati, si continuano a scavare infinite fosse comuni, o si bruciano i cadaveri su cataste di legna.
    Ora, mettendo da parte parte un attimo, la goliardia che a quanto pare ti ha offeso, ma che mi è venuta fuori dopo aver letto decine e decine di commenti che ritengo, naturalmente a parere del tutto personale, scollegati dalla realtà e dai veri problemi che gli italiani in uniforme hanno da sempre, ti dico che la realtà di cui sono stato testimone è fatta da tre miei colleghi che purtroppo hanno perso la vita, di essi, per uno in particolare, la famiglia ha chiesto nelle sue ultime settimane di vita , il trapianto dei polmoni, perché erano diventati delle spugne colme di muco, ma il trapianto non è stato possibile.
    Oltre ai miei tre colleghi, tanti altri, troppi, si sono infettati e hanno perso la vita, svolgendo il proprio servizio, soprattutto tra le forze di polizia, in assenza di un vaccino che ancora non c’era, vaccino che avrebbe potuto salvargliela la vita, come pure a miglia di persone che ormai stanno tre metri sotto terra.
    Ecco Maria, sono queste le motivazioni che mi spingono a vaccinarmi e non la volontà di assecondare bovinamente le multinazionali farmaceutiche, come tu sostieni.
    Poi forse, durerò poco, chi lo sa, ma certo non mi preoccupo perché lo hai pronosticato tu e te lo dico senza la volontà di offenderti, ma perché preferisco avere fiducia di migliaia di studiosi e ricercatoti, pensando che anche loro siano esseri umani e non carnefici.
    Non me la prendo per avermi dato dello stupido e detto che quando sarò morto non importerà a nessuno, perché se lasci da parte l’animosità capisci sicuramente da te quanto approssimativo e illogico sia stato un simile pronostico…dal momento che non sai nulla di me.
    Comunque, anche fosse come dici, non me ne rammarico troppo, perché vedi, nel frattempo, ho avuto il privilegio di contribuire, sempre con umiltà e gratitudine e non per motivo di vanto, a salvare svariate vite umane, prestando servizio nelle compagini del soccorso aereo del nostro paese, cosa che da sola compenserebbe anche l’ essere seppellito senza neppure un fiore.
    A te auguro comunque, di continuare ad avere la libertà di esprimere il tuo pensiero, qualsiasi esso sia, anche quando possa suscitare qualche ilarità, ciao 👋🏻 🙂

  23. morti per malattie con sintomi come quelli attribuiti alla covid-19 ce ne sono sempre stati;

    da marzo 2020 tutti quelli che avevano quei sintomi sono stati indicati essere malati di covid-19

    anche uno starnuto era sospetto (…)

    addirittura chi veniva trovato positivo ad un test NON DIAGNOSTICO (e senza diagnosi di un medico) veniva indicato come contagiato, “asintomatico”; se si è arrivati a parlare di pandemia, forse è perchè quel test era un identikit troppo vago.

    se a un poliziotto dicono che il ricercato è alto intorno a 1 e 60, capelli scuri, di corporatura media, con ordine di arresto immediato per chiunque corrisponda, è chiaro che gli arresti diventano elevati, e le carceri scoppiano; si dovrà allora gridare al crimine dilagante, o all’identikit da stracciare, e al sopruso dell’arresto di moltitudini di ovvi innocenti?

    oggi si discute una causa proprio sui test RT-PCR, che a seconda dei cicli di amplificazione (raddoppio) con cui vengono impostati hanno più o meno probabilità di individuare elementi compatibili con il virus Sars-Cov-2; l’inventore di tale strumento di analisi (poi premio nobel per quello), disse che sopra a circa 25 cicli di amplificazione, il sistema produceva cosa poco utile ad analisi.

    si discute per fissare un numero di cicli massimi di amplificazione appunto intorno ai 25, onde evitare che quelli usati fino ed oltre 40 diano ovviamente falsi positivi, poi strumentalizzati per strombazzare “pandemia-pandemia”.

    ebbene, ascoltate questo video del 2020 in cui si scopre che in realtà i “veri” malati risultano positivi già con 12-14 cicli di amplificazione, mentre a 25 siamo già in zona fuffa (Dr. Rigoli a giugno 2020, alla presenza del
    presidente della regione veneto):

    tra minuti 11 e 26
    https://www.youtube.com/watch?v=lDCh254EdsQ

    (considerate che ad ogni ciclo di amplificazione, il materiale su cui viene fatta la ricerca di presunti elementi del virus viene raddoppiato, credo – non sono esperto – al pari di uno zoom 2x; quindi se in partenza abbiamo un certo quantitativo di materiale, con 1 ciclo lo raddoppiamo e cerchiamo se ora vediamo “il virus”, con 2 cicli lo abbiamo quadruplicato, con 3 cicli è 8 volte tanto l’originale… fate i conti con 35 cicli, 40…. )

    Se poi, come mi pare in America, si indica di usare più di 30 cicli per i non vaccinati, e intorno a 25 per i vaccinati, il dubbio che si voglia incastrare qualcuno e attuare depistaggio per qualcun’altro deve esistere.

    ..siamo stati “in pandemia” o in balia di analisi strumentalizzate?

  24. Per nessuno: se come dici, il mio nome non ha valore perchè non è seguito dal mio codice fiscale, allora pure tu il tuo straccio di nome non seguito da cognome avresti potuto pure metterlo, non sarebbe certo rintracciabile la tua identità, no? Almeno per dare una parvenza di persona fisica. Non faccio parte dell’esercito, la mia era una semplice osservazione, scegliere come pseudonimo nessuno, sa tanto di provocazione di troll, per quel che ne so, potresti essere uno che si diverte ad attaccare la gente qui. Io ho detto la mia, e ho fornito una spiegazione che puoi non condividere, ma se come dici tu ti fossi realmente informato, sapresti che esistono tante valide terapie contro il covid, tutte boicottate (plasma immune, ossigenoterapia, invermectina, idrossiclorochina, ecc) a tal proposito, un medico di Marsiglia che curava i pazienti con il farmaco antimalarico, è stato minacciato (tutto documentato), a Taiwan distrutta dalle fiamme la seconda fabbrica produtttrice di idrossiclorochina. Io fossi in te due domande me le farei eh, o credi a tutto quello che senti al TG? In Gran bretagna il 74% dei morti sono vaccinati con due dosi. Israele non sta messa meglio.
    L’ilarità me la susciti tu, rispondendo alla cavolo ai miei pensieri, io dovrei fare incetta di tachipirina quando l’ho palesemente criticata? Un antipiretico per curare un’infiammazione, ma nemmeno in terza media si fanno simili cappellate. Ti fa ridere il mio riferimento ai film horror? Qui ci stanno privando della libertà, perdonami se per è una cosa orrorifica, evidentemente tu alla tua libertà non ci tieni poi così tanto. Ti rendi conto o no che i vaccinati contraggono lo stesso il covid, e infettano ugualmente? E grazie al loro green pass, i contagi risalgono, perchè loro no, niente tampone: non riesci proprio a capire che lo fanno apposta, per far risalire i contagi e gridare all’emergenza sanitaria? Abbi la compiacenza di vederti il documentario da me sopra citato, e capirai come le cure boicottate abbiano inciso sulla mortalità da covid. Ripeto, sono state scoperte tante cure, tutte poi bocciate. Sai da chi? Vatti a vedere chi prende le decisioni, e poi veiamo se unisci i tasselli del puzzle. Se vuoi discutere con me di questo guarda il documentario, altrimenti ti invito a passare oltre. Mi dispiace per i tuoi colleghi, ma una mia parente è morta dopo il vaccino, e come lei se ti vai a vedere gli articoli, ce ne sono tanti altri. Se sui tuoi colleghi si fosse interventui in tempo, invece di tachipirina e vigile attesa, magari ora sarebbero salvi. Ognuno crede a ciò che vuole, ed è padrone della propria vita, il problema è quando, vengono fatte leggi che mi privano di qualcosa che era mia dalla nascita, e cioè la mia libertà, non posso esere contenta. Io non mi vaccinerò mai, tamponi o non tamponi, è una terapia genica sperimentale di cui non si conoscono gli effetti a medio e lungo termine. Tanti auguri, fidati che ne hai bisogno, e non te lo dico per offenderti, te lo dico perché penso davvero che questi vaccini facciamo male alla salute.

  25. Salve a tutti,
    Claudia ha ragione; comunque è una dittatura sanitaria. premesso che sono vaccinato con una dose a maggio e non fatto la seconda perché ho avuto una reazione avversa al vaccino; in pratica dopo 3 giorni ho iniziato ad avere una specie di orticaria per tutto il corso. Tutto regolarmente segnalato allì’EMA e AIFA tramite portale e con tanto di ricevuta. Nessuno si è fatto sentire. ieri ho avuto pressione e intimazione dal datore di lavoro di dotarmi di Green pass altrimenti mi avrebbero sospeso dal lavoro nonostante lo avessi ma scaduto con la prima dose di Pfizer. Stamattina sono appena andato all’asl di appartenenza esponendo i fatti al dirigente della struttura e chiedendo l’esonero; in pratica non ha voluto saper ragione e mi ha detto che lì’unica strada era il vaccino e per il mio problema avuto la soluzione è quella di andare a fare la seconda dose in ospedale convincendomi a fare la seconda dose. nel frattempo e in concomitanza mi sono fatto prescrivere delle analisi precauzionali e per l’occasione e già questa cosa non mi è piaciuta in quanto qualche altro medico presente alla discussione ha borbottato che non servivano a nulla. Poi ho avuto l’impressione che queste asl sono tartassate dal ministero per far vaccinare quanta più gente possibile. Insomma io sono rimasto fra l’incudine e il martello e con il timore che mi possa accadere qualcosa per volontà di altri e per mantenermi il posto di lavoro . Io mi sono promesso che qualora mi succedesse qualcosa non avrò pace pur da avere giustizia con ogni mezzo.

  26. Nuovamente per MARIA…vedo che continui a dare un significato differente a quello che realmente ho dato io al mio pseudonimo…NESSUNO…per l’appunto…innanzitutto io mi sento un signor nessuno, come in tanti lo siamo, perché non ritengo di essere una personalità chiave della nostra società, ma mi sento di essere utile soltanto come minuscolo ingranaggio di un sistema infinitamente più grande.
    Poi mi ispirava il “nessuno” dell’ ODISSEA, che sicuramente avrai letto, dal momento che vanti, seppur indirettamente, un titolo di studio ben superiore alla licenza media cui hai fatto riferimento e che tra l’altro corrisponde a quanto io ho conseguito, ma permettimi di ricordarti che esistono anche cose come l’esperienza personale e differenti fonti di apprendimento culturale, scientifico, tecnologico ecc. ecc.
    Ti ho già illustrato le restrizioni che riguardano uomini e donne in uniforme, in base alle quali non possiamo in alcun modo qualificarci con i nostri reali dati anagrafici, dovendo quindi, ricorrere a pseudonimi, per cui NESSUNO ha lo stesso valore di MARCO o ALESSANDRO ecc.ecc..
    Ti voglio far notare poi, che io non ti ho offesa ma ho solo manifestato un po’ di ilarità dovuta al DOVER CONTINUARE A LEGGERE IN QUESTO SITO DECINE E DECINE DI ARTICOLI E PARERI, seppur legittimi entrambi, su questo cavolo di “GREEN PASS”!!!
    Ripeto per scongiurare equivoci, gli uni e gli altri entrambi legittimi, a fronte pero’ di vedere elusi problemi che, chi indossa da tanto tempo un’uniforme dello Stato, (al quale malgrado tutto dedico con passione gran parte della mia vita, perché il primo elemento che lo compone è costituito dalla Gente, tutta, anche quella che ci detesta) sono DA SEMPRE la negazione di riconoscimenti e diritti, che non potrebbero realizzarsi per i cittadini che non sono sottoposti alla nostra “regole”, quelle scritte e peggio ancora quelle non scritte, che hanno un peso che non immagini, dalle quali è praticamente impossibile difendersi.
    Ecco, tutto qua, questo era il senso di quelle battute, a cui però tu hai risposto con rabbia e parole taglienti come rasoi.
    Tuttavia, malgrado ciò e malgrado anche la mia “bassa scolarizzazione”, cosa che hai indirettamente voluto evidenziare, ho evitato di reagire di impulso e ho evitato di replicare alle tue offese, preferendo argomenti solidi e l’opportunità di un confronto, magari costruttivo, anche perché, converrai in ciò con me, che uno con la terza media qual io sono, ha un’ infinita di cose da poter imparare confrontandosi con persone come te, ben più acculturate.
    Venendo appunto, agli argomenti reali: cosa ti fa credere che, volendomi documentare sull’ argomento in questione, non abbia io dato “ un’ occhiata” a pareri e siti controcorrente? Sei così sicura che io e tanti altri che hanno scelto di vaccinarsi l’abbiamo fatto con così tanta spensieratezza e superficialità??
    Circa sei mesi fa, a causa di un incidente in servizio, sono stato ricoverato in un ospedale pubblico per due settimane, tra l’altro in reparto più volte evacuato e bonificato a causa di inaspettati contagi COVID, anche tra il personale sanitario.
    In quei giorni ho avuto modo di parlare spesso con medici ed infermieri, soprattutto con i secondi, che in ospedale sono le persone più esposte al probabile contagio.
    Tra di essi vi sono naturalmente, in entrambi i ruoli, pareri talvolta discordanti, dubbi, ma davvero pochi hanno manifestato la piena contrarietà alla vaccinazione, pur avendo essi stessi visionato documenti e siti dichiaratamente avversi al vaccino, dal momento che ci convivono quotidianamente e più di tutti col pericolo del contagio.
    Di mio, poi, ho letto pareri di entrambe le sponde, taluni autorevoli, altri forse meno e mi riferisco sempre ad ambedue le correnti di pensiero.
    Insomma, voglio dirti che seppure senza alcuna certezza per quanto potrebbe accadermi negli anni a venire, a causa dell’essermi sottoposto a vaccinazione, ho deciso volontariamente ed in piena coscienza di propendere per L’inoculazione ( spero tu non voglia fare un quanto mai scontato anagramma di questa parola 🙏🏻😄), perché nell’ immediato non ho ritenuto realmente attuabili differenti soluzioni, forse sbagliando, chi può dirlo?…ma credo in buona fede che, forse da buontempone, lo vedremo, lo dirà la storia, per quanto esistano certamente interessi commerciali astronomici intorno alla produzione di farmaci, è altrettanto vero che la stragrande maggioranza di medici e infermieri e quanti hanno la responsabilità di decidere che armi usare contro il COVID, non siano dei meri calcolatori e sfruttatori sulle vita dell’ intera popolazione mondiale.
    Ho pensato che l’ umanità e la solidarietà esistono ancora.
    Se tu hai ragione sostenendo il contrario, cosa di cui hai tutto il diritto, nel giro di poco tempo inizieremo a osservare milioni di morti improvvise e i vaccinati come me, come tu hai detto, dureranno poco, scompaginando qualsiasi statistica e chissà quali e quante altre drammatiche vicissitudini su milioni di persone, lasciando per contro, alle menti superiori che hanno operato una scelta differente, un mondo da poter ripopolare con esseri umani di facoltà intellettive superiori, come una sorta di selezione naturale accelerata!
    Insomma, voglio dire, battute a parte, che il tempo darà le giuste risposte ma io nel frattempo ho deciso, anzi ho dovuto scegliere di fare autonomamente la mia scelta, come tu la tua.
    Voglio aggiungere che come a te dispiace per i miei amici e colleghi deceduti, permettimi di dirti che anche a me dispiace sinceramente per le persone a te care che non ci sono più, malgrado fossero vaccinate, al di là di ogni reciproca posizione, non godo delle altrui sofferenze.
    Ora, dopo che ci siamo “scornati” , ti voglio porre una domanda, sperando che non te la prendi come hai fatto in precedenza e che cogli il giusto senso di questa ennesima battuta:
    Se è corretto immaginare, da quanto hai scritto nel commento precedente, che non sei militare ne’ dei corpi di polizia, MA….SE PO’ SAPE CCHE CCE FAI SU UN SITO PE’ SOLDATI E POLIZIOTTI???!!!…non t’incazzare e fatti una risata, mi raccomando…ti auguro sinceramente di stare sempre bene…😄😄😄🙂👋🏻👋🏻👋🏻

  27. Per nessuno: semplice, sono qui grazie a una condivisione fb, ho letto, e ho voluto dire la mia, presupponendo che la discussione fosse aperta a tutti. Non voglio dilugarmi più di tanto, ma questa cosa voglio dirtela, senza offesa e senza incazzarsi. Se ora qualcuno al governo, o a dei piani ancora più superiori, ti dicesse che se ti butti in mare, l’epidemia svanirà, tu lo faresti? Perché io di mio non mi fido del genere umano, figuriamoci con queste premesse. Io ritengo che si possano sentire più campane, e poi prendere una decisione in base a ciò che il proprio cervello dice. Leggere e studiare, ho letto molti articoli e mi sono documentata su cosa fanno questi “vaccini” e pur non essendo medico un’idea precisa me la sono fatta. Il mio cervello ha deciso di non prendere parte a questa sperimentazione per un bene comune, che, permettimi di farti notare nuovamente, non si è ancora raggiunto, dato che prima che fossero introdotti questi “vaccini”, le varianti non esistevano. Puoi forse affermare il contrario? Lo stimato premio nobel Luc Montagnier non si è detto a favore, ma poteva anche essere un fruttivendolo, gli avrei dato ragione lo stesso. In tutto questo, pacificamente, ti chiedo: non ti sei esposto su molti dei miei punti. Ti risulta che ci siano varianti che un anno fa non avevamo? Ti risulta che i vaccinati contagino lo stesso, quindi è assurdo che a loro un green pass venga rilasciato senza tampone? Ti risulta che ci sono cure che sono state boicottate? (Ti rinnovo l’invito a vedere il documentario che ho citato nel mio primo commento, potresti scoprire cose nuove sai?) Questi “vaccini” non sono sperimentati a sufficienza, e nessuno, ripeto, nessuno (non è una battuta) può sapere con certezza come ogni singolo corpo reagirà alla loro somministrazione. Detto ciò, oguno è libero di fare ciò che vuole, ma vietare la libertà altrui solo perché non accetta un’ imposizione, e non vuole giocare alla roulette russa con la propria vita, no, non mi sta bene. Spero che il sindacato delle forze armate, riesca a ottenere qualcosa, a quanto vedo è l’unico che si sta dando da fare. Perché per come la vedo io, tamponi salivari gratuiti per tutti, cure domiciliari immediate, e ne saremmo già venuti fuori. Invece no, chiediti perché. Poi ripeto, fai come vuoi, ma a questo punto io dico l’ultima: tamponi salivari gratuiti per tutti e green pass solo a questa condizione no? Dimmi, in tutta onestà, cosa ci sarebbe di sbagliato. Per tutelare la salute pubblica sarebbe più che sufficiente, puoi dirmi che sbaglio? Libertà di scelta, chi vuol vaccinarsi si vaccini, chi non vuole no, ma non mettetelo in croce. Ecco, non volevo dilungarmi, ma non ci sono riuscita, d’altronde, sono una donna, e come tale, non ho il dono della sintesi, pardon

  28. …al di là delle polemiche vax si vax no, vorrei segnalare che contrariamente a quanto scritto nell’articolo, stando al decreto legislativo 01/2008 art.24 comma 3 lo stato di emergenza può essere prorogato al massimo per un ulteriore mese e poi basta, 12 mesi più al massimo altri 12…e siamo in questo stato da fine gennaio 2020, se il governo lo prolungasse oltre sarebbe palesemente fuorilegge, questo è importante che si sappia…

  29. Per MARIA…Non è vero che non ti ho risposto, perché ti ho detto che mi sono documentato anch io, sebbene abbia poi preso una decisione diversa dalla tua.
    Riguardo alle multinazionali dei farmaci, sono abbastanza d’accordo con te nel pensare che fanno i propri interessi, ma credo che se fosse una manovra occulta così tanto estesa, avrebbero dovuto coinvolgere in modo diretto medici, infermieri, ricercatori e scienziati di varie discipline di mezzo mondo e anche più, oltre ai vertici politici mondiali, molto più manovrabili, questo sì.
    Invece come ti ho detto, ho voluto credere che in così tante persone esista ancora un briciolo di umanità, perché per fortuna, di individui che dedicano la propria vita per alleviare le sofferenze altrui ce ne sono ancora tante, e dico questo malgrado anch’io come te, sono piuttosto diffidente nei confronti del prossimo.
    Se il governo mi dice di tuffarmi lo faccio perché così sparisce la pandemia?
    No, non lo faccio, come più volte nell’ ambito del mio servizio ho letteralmente rifiutato ordini diretti ma che ritenevo illegittimi o addirittura pericolosi, assumendomene pero’ SEMPRE LA RESPONSABILITÀ E ACCETTANDONE LE CONSEGUENZE, perché tra di noi, obiettare un ordine è un atto formalmente molto grave e star pur certa che ne paghi le conseguenze anche quando dimostri inequivocabilmente di averlo fatto a ragion veduta, in base a quel concetto di regole scritte ma soprattutto non scritte di cui ti ho accennato precedentemente.
    Non condivido in pieno le decisioni del governo, in particolare sul fatto che sta cercando di imporre indirettamente il vaccino, con il green pass, senza sancire un obbligo vaccinale avvalorato da un’emergenza sanitaria mondiale, lo trovò un atto vile, ma resta il fatto che le regole le fanno loro e non ritengo ancora che sia, quello del green pass, una motivazione talmente forte da appoggiare un’ eventuale sollevazione di massa.
    Ma sono dell’idea, del tutto personale che come per sanitari e personale delle scuole, tutti i lavoratori dei servizi pubblici e quindi anche noi, in uniforme, dovremmo essere sottoposti al medesimo obbligo, al di là delle attuali decisioni prese dal governo attualmente in carica.
    Tuttavia, avendo una opinione differente dalla tua, per quanto assolutamente lecita e basata su motivazioni comprensibili ma non per forza condivisibili e documentatomi anch’io, da fonti di entrambe le opposte sponde di pensiero ( come già ti ho accennato nei nostri precedenti scambi ), ho preso IN PIENA AUTONOMIA la mia decisione e ritengo la vaccinazione di massa un mezzo valido a contrastare questa epidemia, malgrado le sue varianti ( nei confronti delle quali molti altri scienziati di fonti opposte a quelle che tu, sempre legittimamente sostieni, attribuiscono ai vaccini, con diverse modalità e diversificate capacità , comunque una buona efficacia, abbassando notevolmente il potere di contagio del virus ) che non per forza si sono sviluppate a causa del vaccino, come si è visto per altri virus, che nel tempo danno origine a mutazioni, per varie ragioni, uno tra tutti Ebola.
    Comunque sia ti ringrazio sinceramente dell’invito a prendere ulteriori e differenti informazioni in merito dalle fonti che mi hai citato e lo farò, perché sono convinto che ascoltare più campane non guasta mai.
    La domanda su “cosa ci fai su questo sito” era davvero spiritosa e non provocatoria, so bene che è accessibile a tutti e pur non essendo io tra gli amministratori del medesimo, per me sei la benvenuta, lo dico davvero.
    Per quanto concerne i nostri rappresentanti o sindacati, ahimè debbo dirti che qualsiasi siano le loro posizioni in merito, possono muovere davvero poca polvere, in quanto i nostri regolamenti gli tarpano parecchio le ali.
    Hanno molta meno libertà di manovra rispetto alle paritetiche organizzazioni dell’ ambito civile. Ma non solo, attualmente, ritengo che mal ci rappresentino, a tal punto che preferirei non ci rappresentassero affatto.
    Come vedi, non sei la sola a dilungarti, benché io sia un uomo ( te lo giuro! 😅) , del resto questo è un argomento molto, anzi troppo importante per poterne discutere con poche parole e in ogni caso, sebbene con posizioni opposte e con qualche scaramuccia, mi ha fatto piacere discuterne con te, ciao Maria.….e vaccino o no, non farti contagiare. 🙂

  30. Per nessuno: se avessimo usato questi toni sin dall’inizio, magari ci saremmo scornati di meno nei precedenti commenti… Non ti nego che l’aver letto il tuo commento sugli alieni, che per carità, non era diretto a me, mi aveva portato a considerarti un troll. Anche io sono stanca di star sempre a parlare di covid e green pass, ho le mie idee, ma di sicuro non imputo nulla di quanto sta accadendo ai Visitors, xd. Sì, mi avevi risposto che ti eri documentato anche tu, ma avrei preferito un approfondimento sulle mie argomentazioni, sulle cure che in realtà ci sono, specie se si interviene subito a casa, sul fatto che imporre un green pass è profondamente ingiusto, specie perché i vaccinati contagiano uguale, e se loro il tampone non lo fanno, è evidente che nel sistema c’è una falla. Qualche risposta me l’hai data nel tuo ultimo commento e mi ha fatto piacere. Il problema è che si tenta di imporre il vaccino senza assumersi la responsabilità dell’obbligo, perché un vaccino, necessita di 5 anni di sperimentazione, e per questi qui, in realtà ne servirerebbero 12 (ho letto un articolo giusto ieri sera). Spero davvero che vorrai visionare quel documentario, è piuttosto lungo, ma molto interessante e illuminante. Poi puoi restare della tua opinione, ma almeno capirai meglio la mia. Io a differenza tua, non credo alla bontà umana, per carità, brava gente ce n’è, ma fidati, non nell’elitè. Facci caso, bollette +40%, aumenta tutto, e ci chiedono di pagare un tampone per lavorare, se non vogliamo vaccinarci. Non è giusto, mi pare proprio che si voglia affamare il popolo, perché chi ha un bello stipendio, non farà molti sacrifici a pagarsi i tamponi, al contrario di chi prende poche centinaia di euro. Ti chiedo solo una cosa: prova a pensare per un solo attimo, che veramente è tutto orchestrato. Come ti sentiresti a esserti sacrificato per un bene comune? E se davvero i potenti avessero deciso che il mondo così com’era non gli andava bene, e ci avessero tirato questo scherzo? E se si trattasse di un esperimento sociale? Io ci ho pensato. Come convincere i pesci piccoli? Non ci vuole molto. E i medici, gli infermieri? Quelli sono obbligati a seguire un protocollo. All’inizio avevo paura del virus, poi, più è passato il tempo, e più si è instaurata in me la convinzione che il virus per carità esiste, è pericoloso se non viene curato o nelle persone deboli e anziane. Ma non è la peste. Arrivare solo a pensare che un neonato possa essere vaccinato no! Se davvero si stesse cercando di modificare il mondo attraverso questo esperimento, pensi che sia giusto coinvolgere addirittura dei poveri bambini in tutto ciò? Comunque la chiudo qui, che anche stavolta ho scritto troppo. Ammetto che nel nostro scambio di idee sono stata abbastanza tagliente, ma quando mi sento attaccata divento una bestia, avrei dovuto essere più contenuta, ma ti giuro che quella cosa dell’incetta della tachipirina mi aveva mandato su tutte le furie. E comunque, per quella cosa della terza media, a parte che scrivi bene, non è una laurea che fa la differenza, ma il cervello. Mi dispiace davvero di leggere che il vostro sindacato potrà fare poco per aiutarci, ci avevo quasi sperato. Perché vaccino sì o no, è essenziale la libertà di scelta: pensaci bene, se accettiamo le imposizioni, ne arriveranno sempre di più, e si giungerà al punto che non li potremo più fermare. Per quanto sia stata una bella scornata, ha fatto piacere anche a me, ciao nessuno.
    P.s. Il documentario guardalo davvero, chissà, magari cambi idea 😉
    Buona vita 🙂

  31. Io non ho le certezze che tutti voi proclamate.
    Ho solo una domanda, per ciascuno.
    Non vi preoccupa il fatto che ci stiamo avviando verso nuove forme di “censura”, discriminazione, delegittimazione del diritto di opinione, di libera scelta sul proprio corpo, di riduzione di quelli che – piaccia o non piaccia – ad oggi sono diritti costituzionalmente sanciti ?
    Un conto è un obbligo (che implica assunzione di responsabilità in caso di danno), un conto è un ricatto.
    Oggi tocca a molti. Domani a tutti.
    E allora, anche Nessuno (e scusami se cito te) verrà imbavagliato, denigrato, fatto oggetto di ostracismo, vessato, escluso …

  32. Per hicks: hai centrato il nocciolo del problema. Questo che sta accadendo è una sorta di esperimento sociale: quanto siamo effettivamente disposti a sopportare? E soprattutto, siamo ancora disposti a lottare per i nostri diritti, e la nostra libertà? Se cediamo a tutto, arriveranno sempre nuove vessazioni. Io non faccio parte delle forze armate, ma sono qui come altrove a commentare, e a cercare aiuto per tutti noi. Se medici, soldati, poliziotti, vigili del fuoco, ecc, iniziassero uno sciopero generale che manda in tilt la nazione, ne verremmo sicuramente fuori. Dobbiamo lottare per i nostri diritti, altrimenti ce li leveranno uno a uno. Ci sono nazioni che non si sono piegate, perché la Svezia ha cercato di non adottare lockdown e non se la passa peggio di noi? Perché la Danimarca con il 71 % di vaccinati ha abolito il green pass, e deciso di convivere con il virus e curare tempestivamente chi lo contrae? Chiediamoci perché. Ci stanno mettendo gli uni contro gli altri, quando oramai si è capito benissimo che l’immunità di gregge è impossibile da raggiungere, perchè il vaccino non protegge dal contrarre il virus, e il virus muta. L’unica cosa che vogliono ottenere, è il gregge.

  33. non capisco se dicono che i vaccini dopo tot (6 mesi? meno?) perdono di efficacia in protezione (*potenziale* protezione dall’ammalarsi in forma grave, mica da condagiarsi o dal contagiare) per loro naturale decadimento, o a causa delle varianti, o per entrambe le cose.

    comunque sia, dicono si dovrebbero fare altre dosi di un vaccino prodotto quando le varianti non c’erano, ma con lo stesso vaccino creato quando le varianti non c’erano; quindi le varianti non c’entrano?

    mi pare che si stia creando una dipendenza farmacologica, piu’ che facendo una vaccinazione.. contro qualcosa che chi non è “vaccinato” (diversi milioni di persone gia’ solo in italia, 15-20) dimostra essere tutt’altro che la pandemia ammazzatutti che tanti dipingono.

    e le dipendenze si autofomentano, piu’ dosi=piu’ dipendenza

    smettere sara’ sempre piu’ dura… o sara’ impossibile?

    ricordatevi che state cedendo voi al *ricatto*, invece che denunciarlo.

  34. Per Hicks…nessun problema ad avermi citato…sono qui a confrontarmi volentieri con tutti…io mi sono vaccinato ben prima che venisse fuori l’ obbligo di green pass o tamponi a paletta per poter lavorare… L ho fatto per una serie di motivi…il primo legato ad aver avuto pochi anni or sono una malattia autoimmune, che abbassa drammaticamente le difese immunitarie.
    Ne sono venuto fuori, ma credo che se fossi esposto al COVID con una carica infettiva molto elevata rischierei di finire quantomeno intubato.
    Il secondo è legato al mio specifico servizio, che mi porta a stare in spazi ristretti con un cospicuo numero di persone e potenzialmente anche persone in difficoltà se non in imminente pericolo di vita.
    Altri motivi sono legati al voler tutelare il più possibile le persone a me care, familiari o amici che siano, dal momento che, tre di questi amici ( che godevano di buona salute, tra di essi uno era un atleta e soccorritore volontario della croce rossa ) sono finiti al campo santo, almeno una quindicina contagiati con sintomi lievi o medi e altri 3 in reparto COVID, per circa 3 mesi l’uno e venuti fuori, si porteranno serie conseguenze addosso per un bel pezzo.
    Naturalmente ho cercato di documentarmi il più possibile sull’ argomento, acquisendo notizie pro vax, come pure no vax e poi ho fatto la mia scelta.
    Vuoi sapere cosa penso sul green pass e/o tamponi obbligatori?
    Non sono d’ accordo con questa misura, perché è un’ obbligo implicito.
    Per come la vedo io, chi detta legge, chi “comanda”, vista da soldato, ha l’obbligo istituzionale ma ancor prima morale di assumersi responsabilità e quindi di imporre la vaccinazione collettiva o limitarla, per ragioni contingenti, a specifiche categorie…vedi sanitari, forze dell’ ordine e forze armate e dipendenti pubblici in genere…perché chi lavora per lo Stato, lavora per i cittadini tutti, prima che per se stesso.
    Di conseguenza ne deriva che tutto il pubblico impiego DEVE garantire il minor rischio di trasmissione del contagio, pena l’allontanamento dagli specifici servizi dei singoli, naturalmente ad eccezione di coloro che REALMENTE e non con facili certificazioni di comodo, per seri problemi di salute, non possono sottoporsi a vaccinazione.
    Pero, credo anche che il governo si debba assumere tutte le responsabilità che possono scaturire da dannose reazioni, se non addirittura drammatiche o fatali, legate appunto alla vaccinazione.
    Resta il fatto che, come è facilmente deducibile, qualora persone no vax, senza validi motivi di salute a rischio, si contagino e peggio ancora risultino esse stesse fonte di contagi, dovrebbero a loro volta assumersi TUTTE le responsabilità di detta eventualità, sia economiche che giuridiche, che di conseguenza risulterebbero di entità penale, avendo cagionato danni a terze persone per non aver adottato la massima protezione possibile, per gli altri prima ancora che per se stessi.
    Voglio ricordarti che la libertà del singolo trova limite dove si infrange sui diritti altrui, primo tra tutti il diritto a star bene e a continuare a vivere.
    Credo anche, però che sarebbe utile rendere obbligatori, prima delle eventuali vaccinazioni, degli esami ematici di laboratorio ben specifici, allo scopo di evitare il più possibile eventuali effetti dannosi derivanti dalla vaccinazione, gratuiti, almeno per le fasce economiche più basse, se non possibile per tutti.
    Comunque sia, una volta stabilita una regola, comprensiva anche degli aggiustamenti dovuti alla sua razionalizzazione, in quanto regola, quindi legge, chi non la rispettasse dovrebbe essere seriamente sanzionato, ma davvero seriamente, perché la vita è sacra per tutti e non può essere messa a rischio per ragioni non condivise dalla stragrande maggioranza della società, dal momento che, malgrado tutto, la possibilità di documentarsi in merito c’è e il regime totalitario ritengo sia ben altro.
    Ma, aldilà della mia personale opinione, regole e leggi non le faccio io, che da cittadino comune come te, non posso fare altro che adeguarmici, oppure provare a boicottare, perché si può dire quello che si vuole, ma in Italia ancora si è liberi di protestare e purtroppo, anche strafottersene delle leggi.
    Altrove, dove le dittature esistono davvero, non sarebbe possibile neanche ragionarci su’, come stiamo facendo io e te, oltre che migliaia e migliaia di persone che addirittura ne traggono spunto per insultarsi e minacciarsi.
    Credo che in posticini “democratici” come Cina, Russia e paesi ad essi satelliti per influenza politica o di altre latitudini o longitudini, non si possa proprio accennare al rifiuto o ad alimentare un eventuale movimento di protesta, perché, semplicemente ti prelevano, ti fanno sparire e se ti va bene ti fai qualche anno di lavori forzati o, peggio, ti mettono a guardare il prato tre metri sotto le radici.
    Per quanto riguarda ingiustizie, oppressioni e affini, si, le avverto anch’ io e da molto prima che arrivasse il COVID.
    Ma mi riferisco ad altre limitazioni della libertà, personale e di popolo.
    Mi riferisco a leggi stravolte, reati penali che sono diventati mancanze amministrative, per cui anziché finire in galera, si paga una multa e si piscia in faccia alla gente onesta;
    Metà paese che non paga le tasse alla faccia di chi le paga ( con evidenti conseguenze su ospedali, scuole pubbliche per i figli della gente comune, dei poveracci insomma, infrastrutture costruite con lo sputo che crollano alla prima scoreggia, pensioni da miserabili dopo una vita di lavoro, città amministrate da gente che dovrebbe stare in galera, e i più abili tra questi seduti pure in parlamento e anche al governo….insomma, queste sono le ingiustizie che anch’ io sento di subire e che più mi arrovellano l’anima.
    Ma come ho già detto a qualcun’altra, gli italiani, con le dovute eccezioni naturalmente, si ricordano di essere uniti solo quando gioca la nazionale di calcio, poi continuano a votare chi gli promette di essere evasori legalizzati, di ottenere una sanatoria per le case abusive e i patrimoni trafugati all’estero, appalti di favore e gonfiati nei costi sulla pelle delle fasce sociali più deboli, Italiani che anziché leggere e informarsi preferiscono rincoglionirsi con Fedez e la Ferragni, i tronisti di uomini e donne, i risultati del calcio giocato da pagliacci pagati milioni…ecco, questo sono diventati i cittadini di questo Paese.
    E quindi, questa del green pass, anche fosse un’ imposizione, la percepisco molto meno grave e drammatica di quelle che ti ho citato.
    Ora, non so se tu sei un militare o un non militare, ma se lo fossi , dovresti aver ben compreso ciò che ti ho menzionato, perché da militare si presta giuramento sulla BANDIERA, che non è quella che sventola negli stadi per la nazionale, si giuradi difendere la Nostra Costituzione, il Nostro Popolo( che si decerebra, ahimè, ogni giorno di più), la gente per bene, il Nostro bellissimo ma martoriatoPaese, con qualsiasi mezzo, se necessario fino all’estremo, fino a lasciarci la pelle, come a tanti è capitato.
    Quindi non ho bisogno del COVID per accorgermi delle ingiustizie che ci circondano, mi basta guardarmi intorno, ricordarmi di come eravamo e di come siamo finiti adesso.
    Poi si, sicuramente ci sarà più di qualcuno che starà sfruttando la pandemia per fare fortuna sulle disgrazie altrui, ma sono convinto che la dittatura sia ben altra cosa.

  35. Per nessuno: ciao nessuno, perdonami se torno a scassarti le balle, ma vorrei soltanto dire una cosa. Ho letto vari articoli su come la Corea del Nord abbia rifiutato molti vaccini per via dei numerosi effetti collaterali, e di come addirittura in Russia, Putin non abbia imposto il green pass, o l’obbligo vaccinale, e lì se non erro, sono a circa il 30% della popolazione vaccinata. (O poco più adesso, lessi la notizia qualche settimana fa.) Perché dico questo? Perchè se addirittura in simili paesi, avviene tutto ciò, io qualche domadina me la pongo. Siamo davvero sicuri di essere in democrazia? Io al governo non ci vedo nessuno di legittimamente votato, ma solo un’accozzaglia di politici alleati per il “nostro bene”, anche se durante la loro campagna elettorale gridavano a squarciagola: “mai con quelli là”. Ma poi, pur di restare attaccati alla poltrona, gli va bene tutto.
    Quindi, ricapitolando, un governo che non rappresenta a tutti gli effetti il popolo, e che impone delle scelte in modo subdolo, senza assumersi la responsabilità di ciò che decide, beh, io non mi sento di definirla decromazia. Attenzione, perché da qui, ad arrivare a una dittatura più seria, e dico più seria perché a mio modesto parere, una sorta di dittatura io la sto già vedendo, il passo è breve.
    (Ti chiedo solo di rispettare la mia opinione senza dirmi tu la dittatura non sai cosa è, perché per come la vedo io, qualsiasi tipo d’imposizione, più o meno grave che sia, è dittatura).

  36. Ciao MARIA…ma infatti…io non ti dico “ tu non sai cos’è la dittatura “, perché la nostra è una democrazia zoppa, lo è stata da subito, a partire da un referendum monarchia /repubblica molto probabilmente pilotato ( ma lungi da me l’idea di rimettere in piedi una monarchia e buona parte della nobiltà assolutamente incapaci e vili).
    Se hai notato bene io ho detto di essere in disaccordo con l’imposizione del green pass o del tampone, semplicemente perché è un atto, l’ennesimo atto di vigliaccheria della classe politica, che se la fa nelle mutande a pensare di imporre la vaccinazione di massa, con la giusta esclusione di chi può certificare reali e serissime controindicazioni al vaccino, per chi rischia la vita insomma.
    Sono d’accordo anche con te e con tanti nel sostenere che questo, come anche altri governi non rappresenta il voto popolare, si vota un simbolo, un partito o una coalizione ma in parlamento decidono i partiti chi mandarci, alimentando ulteriori clientelismi a tutti i livelli e in tutti i settori della società.
    Non solo, ti dico che per me, quando un politico, per giuste o errate motivazioni, si dimette dal proprio partito o movimento che sia, dovrebbe automaticamente decadere da qualsiasi carica politica e tornare a fare il comune cittadino.
    Chi in passato ha letteralmente sputato sulla Bandiera Nazionale, dicendo che ci si sarebbe pulito il culo, intanto andava messo per almeno un triennio in galera, quella vera con il sole a scacchi, non i domiciliari, invece questi “elementi da sbarco”, aizzatori di folle magari pure di onestissimi lavoratori, ma assolutamente illusi e male informati oppure peggio, si trovano in parlamento e si ergono a difensori degli italiani tutti, pure dei terroni su cui hanno vomitato veleno e merda ( perdona le parole schiette ma che ritengo assolutamente realistiche ed appropriate ) , terroni poi, talmente inebetiti al punto da dimenticare quei giorni e dare il proprio voto a chi gli ha cagato in testa e continua a farlo in certi comizi locali e riunioni di partito.
    Ma siccome non sono qui a prendere parte per nessuno, ti dico pure che abbiamo delle finte destra e sinistra, al punto che immagino dei vecchi Signori di nome Almirante e Berlinguer, nonché un vecchietto dallo spirito quanto mai attuale di nome Sandro Pertini, che letteralmente si rivoltano nella tomba.
    magari potessero tornare in vita, insieme ad altri uomini e donne noti e meno noti, che hanno dato tutte le loro energie e purtroppo, taluni anche la vita, per la nostra democrazia malata, lottando affinché guarisse.
    Facendo ciò, ognuno con le proprie idee, magari con forti contrapposizioni, ma mai scadendo in atti vergognosi e vili, sempre restando a testa alta e mantenendo comunque, rispetto per la controparte.
    Insomma, quello che voglio dire è che gli Italiani si sono accorti di vivere in una “non democrazia” soltanto adesso che dal bicchiere colmo di inciviltà diffusa, negazione dei diritti, di una istruzione valida in grado di dare un futuro ai nostri figli anziché farli emigrare, di un liberismo spregiudicato in cui ricchi e potenti si sentono e agiscono al di sopra della legge, della calpestata dignità personale e di popolo.
    Dopo essersi assoggettati al potere di politicanti ignobili, ormai da decenni, che alimentano sempre più questo vortice, vortice che cresce da decenni sotto gli occhi di tutti ma con il benestare della stragrande maggioranza, arrivando addirittura e “ legalizzare “ mafia, camorra e ‘Ndrangheta che hanno letteralmente hanno allevato i loro “colletti bianchi “, piazzandoli poi in parlamento, oltre che in innumerevoli amministrazioni locali.
    Ecco, soltanto adesso, davanti all’ imposizione di green pass o tamponi, ci si accorge di vedersi sottrarre i propri diritti, quando per decenni sono stati svenduti sulla bancarella dei singoli e biechi interessucci personali di tanti, anzi di troppi.
    Il mio riferimento a Russia, Cina ed altre dittature più o meno celate, non era fatto tanto riguardo al vaccino, ma per il fatto che se ti permetti di manifestare pubblicamente il tuo pensiero contro le decisioni di regime, è difficile che lo fai pure il giorno dopo, o ancora a lungo, cosa che invece qui è ancora possibile, per nostra fortuna, fatto salvo che se forzi un cordone di polizia ci può stare l’aspettarsi qualche manganellata.
    L ho detto, il vaccino ho deciso autonomamente di farlo, senza alcuna imposizione e ben prima che inventassero il green pass.
    Pero’ ti dico anche, che vorrei che questo governo, per quanto sia una mal composta accozzaglia di ogni colore politico o quasi, finché resta in carica, decidesse in modo chiaro ed inequivocabile in merito alla vaccinazione, rendendola obbligatoria per tutti, oppure libera per tutti, senza mezzucci, senza misure indirette come lo sono green pass e tamponi, assumendosi la responsabilità in pieno delle proprie decisioni.
    Ma una volta stabilita la norma, in un senso o nell’ altro, la dovrebbero rispettare tutti, ma proprio tutti, perché la democrazia va bene, anzi va alimentata e sostenuta, ma deve anche garantire l operatività di tutta la nostra società, garantendo in primis la salute pubblica e la salvaguardia della vita di tutti!
    Ecco che cosa intendevo e cosa penso.
    Ora purtroppo devo riproporti, ahimè, un incetta di antinfiammatori 😄😄😄🙏🏻…ma non con l’intenzione di provocarti, ma perché sono sicuro di procurarti il mal di testa con le mie “ brevi” considerazioni 😅😅😅, non volermene troppo!
    Tuttavia spero che tu possa avere piacere a “leggermi”, ciao Maria 😄👋🏻👋🏻🙂.

  37. Per Nessuno: ci mancherebbe, il tuo pensiero sul green pass lo avevo ben compreso, non volevo porre l’attenzione su quello, bensì sul fatto che “stati” piuttosto lontani da una ipotetica democrazia, in questo frangente hanno dimostrato più buon senso e democrazia di noi.
    Leggere la dichiarazione di Putin: “Il vaccino non si può imporre”, e poi vedere quello che fanno qui, mi lascia esterrefatta. Personalmente sono per un vaccino non obbligatorio e continuare a vivere con le dovute precauzioni, e cercare di curare il covid tempestivamente a casa. Perché nessuno può garantirti che dopo il vaccino, non potrai sviluppare qualche malattia autoimmune, o miocardite, come tra l’altro sta accadendo a parecchi ragazzi di vent’anni, ragazzi che, oggettivamente, se avessero contratto il covid se la sarebbero cavata in tutta probabilità con un paio di starnuti.
    Facile lavarsene le mani facendoti firmare un consenso informato, e nonostante ciò, sono state presentate, nel nostro paese, circa 80.000 denunce per effetti avversi. Per non parlare poi di quei poveracci che non hanno retto il vaccino e sono morti, per loro, che risarcimento può esistere? Comunque, per chiudere l’argomento green pass, e penso che da uomo delle forze dell’ordine, non potrai che essere d’accordo con me, dico questo.
    Ma ti pare giusto che ogni giorno approdano a Lampedusa migliaia di clandestini, chissà quanti con il covid, senza uno straccio di green pass, e io, tu, tutti noi, nel nostro paese, per entrare in un ristorante, e consumare, e far girare l’economia, dobbiamo esibire sta cavolo di carta verde? Per lavorare, che è un nostro sacrosanto diritto su cui si basa la costituzione, idem? Io mi sento profondamente oltraggiata da tutto ciò! E che non mi vengano a dire che scappano dalla guerra, quando la maggior parte di loro, proviene da paesi dove la guerra non c’è. Scappano dalla povertà? Ok, ma non possiamo prenderli tutti, mi pare evidente, e visto poi il delicato periodo in cui ci troviamo, per quale motivo dobbiamo esporre i nostri uomini, che servono la patria con onore, a un possibile contagio?
    E i nostri poveri, anziani che non hanno un tozzo di pane? Per loro lo stato cosa fa? E con questo, mi allaccio alla
    nostra “bella” politica: è da molto tempo che ho le idee ben chiare, e sono onesta, se avessi la possibiità di andarmene in un altro stato, lo farei di corsa. Sono anni che non vedo un governo decente, tanti anni, troppi anni! So benissimo che chiunque verrà dopo questo governo, non farà meglio, perché ogni volta, è stato sempre peggio. Aldilà dei colori politici, che sono ormai stuprati, destra, sinistra, centro, rosso, verde, viola a pois: ma esattamente, quali sono i loro valori? Cosa propongono, a parte tante parole e basta? Sandro Pertini, l’unico vero presidente che riconosco come tale, e non m’interessa nemmeno il suo partito, m’interessa lo spessore umano: lui, tutto questo abominio, non lo avrebbe mai, e sottolineo MAI, permesso.
    Io, penso che brucerò la tessera elettorale, e probabilmente, se alle prossime votazioni, eleggiamo Paperino, Qui, Quo e Qua, resteremo meno delusi; forse, anzi, sicuramente, si vive meglio a Paperopoli.
    Ho letto con piacere il tuo commento e che dire, adesso è il tuo turno di prendere una bella manciata di antinfiammatori. 😀
    Ciao Nessuno 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.