Le 4 condizioni dettate da Brunetta per lavorare in smart working

Roma, 28 set 2021 – Il ministro per la Pubblica amministrazione indica le linee guida: regolarizzazione del contratto, organizzazione del lavoro per obiettivi, monitoraggio dei risultati, verifica della soddisfazione dell’utente.

AGI – “Con la vaccinazione di massa il rientro al lavoro sarà sicuro”. Lo dichiara in un’intervista a Il Messaggero il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta, che per i dipendenti pubblici annuncia: “Dal 15 ottobre torneranno tutti in presenza” e “si partirà organizzativamente dagli addetti agli sportelli e dagli uffici” e “entro una, massimo due settimane, a rotazione anche gli altri.

Ma dal 15 ottobre la regola per tutti sarà la presenza”, ribadisce il concetto Brunetta, che precisa: “L’unico punto sensibile è la sostenibilità dei trasporti. Stiamo facendo un’analisi di impatto”.

Quanto allo smart working, il ministro fissa i paletti: “Il lavoro agile avrà quattro condizioni, che a breve – annuncia – dettaglieremo in un decreto ministeriale e in apposite linee guida: la regolarizzazione del contratto, alla quale sta lavorando l’Aran con i sindacati, un’organizzazione del lavoro per obiettivi e monitoraggio dei risultati, una piattaforma tecnologica dedicata e sicura e la verifica della customer satisfation”. L’ARTICOLO COMPLETO CONTINUA QUI >>>

.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.